COMUNICATO STAMPA Letto 2543  |    Stampa articolo

Comunicato stampa UGL Acri.

Luigi Zanfino
Foto © Acri In Rete
Si informano i cittadini residenti che al fine di migliorare l’efficienza nella gestione delle pratiche relative alle misure a sostegno del reddito, è stata siglata la Convenzione per il BONUS GAS tra la sede zonale del Sindacato-Caf UGL di Acri ed il Comune di Acri, nella quale il Sindacato-Caf UGL di Acri si impegna gratuitamente all’assistenza ed alla trasmissione telematica delle domande certificandone sia la correttezza che l’accoglimento da parte dell’Autorità preposta.
Il BONUS GAS può essere richiesto per gli anni 2009, 2010 e 2011 secondo quanto stabilito dalla Delibera ARG/gas 144/09 e integrazioni , visto il Decreto legge 29/11/2008 n.185 e successive modificazioni convertito con la Legge n.2 del 2009, ed ha durata annuale rinnovabile su istanza dei soggetti che ne posseggono i requisiti.
La presentazione della domanda entro il 30/04/2010 consente di ottenere il bonus con effetto retroattivo dal 01/01/2009.

Si ricorda che il bonus GAS è rivolto a:

  1. clienti domestici che abbiano una fornitura di gas naturale riferita all’abitazione di residenza, sia in caso di contratto di fornitura individuale che condominiale.
  2. nuclei familiari con indicatore ISEE non superiore a 7500 euro; se nel nucleo sono presenti almeno 4 figli a carico, il valore ISEE non deve essere superiore a 20.000 euro.
  3. limitatamente alle forniture di gas naturale attraverso reti di distribuzione (e non per il gas in bombola o per il GPL) che riguardino le categorie d’uso ammissibili, ossia acqua calda sanitaria e/o uso cottura, riscaldamento, o entrambi le tipologie.

Inoltre gli importi del bonus sono differenziati rispetto :

  1. alla categoria d’uso associata alla fornitura di gas;
  2. alla zona climatica di appartenenza del punto di fornitura (Acri è zona climatica E) ;
  3. al numero di componenti della famiglia anagrafica (persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi la medesima residenza).

A titolo d’esempio per il 2009 il bonus può variare da un minimo di 25,00 € ad un massimo di 160,00 € per le famiglie fino a 4 componenti, oppure da un minimo di 40,00 € ad un massimo di 230,00 € per le famiglie con più di 4 componenti.
Si ricorda infine che la richiesta di rinnovo del bonus gas dovrà essere presentata ogni 12 mesi, entro due mesi dalla scadenza.

Il sindacato è a completa disposizione di tutti coloro che ricerchino informazioni e/o assistenza.


PUBBLICATO 25/01/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 2661  
Ad Acri una marcia per l’ospedale.
Nei giorni scorsi, il Partito Socialista Italiano, ha promosso, nella parrocchia di San Giorgio Martire, a Serricella, un incontro con i cittadini. La riunione è stata presieduta dal segretario del ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3747  
Anna Maria Prina e Clarissa Mucci ad Acri per lo stage “Danza & Cultura”
Grande successo anche quest'anno per lo stage "Danza & Cultura" proposto dalla scuola A.T.B Danzarte del maestro Michele Ferraro con il patrocinio del comune. Lo stage, giunto al suo secondo anno di ...
Leggi tutto

VIDEO  |  LETTO 3003  
Video della seduta del consiglio comunale del 29 Novembre 2010.
Pubblichiamo il video della seduta dei lavori della seduta del consiglio comunale del 29 novembre 2010. All’ordine del giorno la rinegoziazione dei prestiti della Cassa DD.PP. S.p.a. , le manifestaz ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4341  
Scuola di Acri-San Giacomo a Palazzo Madama.
Le classi v della scuola primaria e le classi della scuola secondaria di 1 grado dell’ istituto comprensivo di San Giacomo d’ Acri , diretto magistralmente dalla dirigente prof.ssa Pellegrino Rosa, ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 3593  
Elenco dei buoni motivi per cui il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale “Beato Angelo” di acri non deve chiudere.
l reparto più vicino dove far nascere un bambino si trova ad un’ora di distanza (in macchina) e le complicanze che possono verificarsi in quell’arco di tempo possono essere pericolose. Si potrebbe t ...
Leggi tutto