COMUNICATO STAMPA Letto 3087  |    Stampa articolo

Comunicato stampa Circolo SEL - Via Salvador Allende.

Circolo SEL - via Salvador Allende
Foto © Acri In Rete
Il circolo di Acri di Sinistra Ecologia Libertà di Via Salvador Allende, lavora, sin dalla nascita 30 Aprile 2009 alla presenza della Sig.ra Eva Catizone, alla costruzione sul territorio di un nuovo e credibile progetto politico a sinistra, un progetto che recuperi la centralità della politica quale strumento rivolto all'interesse dei cittadini e sia, perciò, distante da ogni forma di tatticismo finalizzato alla ricerca di potere e collocazioni personali.
In coerenza con il percorso svolto sin dalle elezioni provinciali di giugno 2009, l'Assemblea di circolo ha messo in campo azioni concrete per costruire un'alleanza politica di centro sinistra, che si è concretizzata, prima, nel "laboratorio della sinistra", insieme a Verdi - Ulivo per Acri, Pdci - PRC e IDV e, poi, nel dialogo comune con il PD.
Con il centro sinistra, il circolo di SEL, si è confrontato ed ha discusso le idee elaborate dalla propria assemblea, utili alla costruzione di un programma comune di governo della città che sia finalizzato allo sviluppo e alla crescita del territorio acrese; programma, alternativo a quello del centro destra, da sottoporre ai cittadini acresi nella prossima competizione elettorale comunale.
Il Circolo di Sinistra Ecologia Libertà di Via Allende precisa che, coerentemente con quanto sopra specificato, il percorso politico scelto è distinto e divergente da quello intrapreso da coloro che, utilizzando metodi e strumenti caratteristici della "peggiore vecchia politica", hanno fondato un circolo e in nome di Sinistra, Ecologia Libertà, hanno dichiarato alla cittadinanza di voler partecipare alla prossima competizione elettorale con una propria lista e un proprio candidato a sindaco.
Tutto ciò, rifuggendo e precedendo il chiarimento politico nazionale sulla vicenda, fissato per il giorno 12 febbraio 2010 (chiarimento richiesto dal circolo con un documento politico inviato al coordinamento nazionale).
Perplessità nascono, a questo punto, se essi, e coloro che avvalendosi di "titolazioni" nazionali e provinciali, pur consapevoli della complessità della situazione locale hanno condiviso le loro iniziative, abbiano piena consapevolezza della loro appartenenza al nuovo soggetto politico, Sinistra Ecologia e Libertà, che dovrebbe nascere, appunto, per unire la sinistra, caratterizzandosi, quale valore portante, per una nuova etica e un diverso modo di fare politica.

PUBBLICATO 11/02/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 2661  
Ad Acri una marcia per l’ospedale.
Nei giorni scorsi, il Partito Socialista Italiano, ha promosso, nella parrocchia di San Giorgio Martire, a Serricella, un incontro con i cittadini. La riunione è stata presieduta dal segretario del ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3747  
Anna Maria Prina e Clarissa Mucci ad Acri per lo stage “Danza & Cultura”
Grande successo anche quest'anno per lo stage "Danza & Cultura" proposto dalla scuola A.T.B Danzarte del maestro Michele Ferraro con il patrocinio del comune. Lo stage, giunto al suo secondo anno di ...
Leggi tutto

VIDEO  |  LETTO 3003  
Video della seduta del consiglio comunale del 29 Novembre 2010.
Pubblichiamo il video della seduta dei lavori della seduta del consiglio comunale del 29 novembre 2010. All’ordine del giorno la rinegoziazione dei prestiti della Cassa DD.PP. S.p.a. , le manifestaz ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4341  
Scuola di Acri-San Giacomo a Palazzo Madama.
Le classi v della scuola primaria e le classi della scuola secondaria di 1 grado dell’ istituto comprensivo di San Giacomo d’ Acri , diretto magistralmente dalla dirigente prof.ssa Pellegrino Rosa, ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 3593  
Elenco dei buoni motivi per cui il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale “Beato Angelo” di acri non deve chiudere.
l reparto più vicino dove far nascere un bambino si trova ad un’ora di distanza (in macchina) e le complicanze che possono verificarsi in quell’arco di tempo possono essere pericolose. Si potrebbe t ...
Leggi tutto