SPORT Letto 2871  |    Stampa articolo

FC Calcio Acri, primato e grande fair play.

Roberto Saverino
Foto © Acri In Rete
Un gesto raro a vedersi. Sotto certi aspetti anche un atto dovuto, tra l'altro servito anche a calmare gli animi. Lo ha compiuto la capolista Acri, domenica sul campo del Cutro, dopo la rete contestata siglata dal bomber Gallo a fine primo tempo, con i crotonesi fermatisi per via di un calciatore a terra. Per mettere fine alla baraonda creatasi, con annessa doppia espulsione, ad inizio ripresa, subito dopo il fischio di avvio, la formazione rossonera è rimasta immobile, permettendo al cutrese Zurlo di siglare la rete del due a due. Si parte da questo gesto, insomma, che ha rimediato a quello che la stessa Acri ha definito uno “spiacevole equivoco”, per parlare della capolista solitaria del torneo. Approfittando dello stop del Montalto in quel di Bovalino, la formazione di Andreoli è andata a fare il colpaccio a Cutro, timbrando un nuovo successo esterno accompagnato da un gesto di fair play di grande valore. Un gesto che alla fine ha poi premiato Provenzano e compagni, capaci di compiere un exploit che li lascia soli al comando. Peccato, però, che a pagarne le conseguenze sia stato Gallo, tra l'altro espulso dopo aver subito qualche “carezza” di troppo.

ANDREOLI - Questa la spiegazione del tecnico rossonero. «Gallo non si era accorto del giocatore a terra e ha proseguito l'azione e lo stesso hanno fatto difensore e portiere del Cutro, che nel tentativo di prendere la sfera si sono scontrati fra di loro, lasciando via libera al nostro attaccante». Lo stesso Andreoli, tra l'altro, aveva gridato verso i suoi calciatori, invitandoli a buttare fuori la palla: «L'ho fatto perché avevo visto, contrariamente a Gallo, il calciatore a terra».
Ad ogni modo resta il gesto, che non tutti magari avrebbero fatto. «Abbiamo deciso, con il nostro presidente, di rimanere fermi ad inizio ripresa e di far pareggiare il Cutro. In questo modo si sono stemperati gli animi, esagitati durante l'intervallo. Ci tengo, però, a precisare che da parte nostra non c'è stata malafede. Mi dispiace solo per l'accanimeno esagerato verso Gallo. L'Acri, comunque, è una squadra corretta e l'abbiamo dimostrato». Ed alla fine è arrivata la vittoria: «E questo - conclude il tecnico di Fuscaldo - ci procura ancora più soddisfazione, perché il nostro è stato così un successo meritato e senza macchia, voluto da un gruppo che ha dimostrato carattere. Nel gruppo rossonero si sta rivelando fondamentale l'acquisto e l'innesto di Provenzano, capace di siglare gol pesantissimi e di risultare sempre decisivo».
L'undici di Andreoli, insomma, continua a sognare, ma non ci si può rilassare, perché domenica arriva il Soverato.

Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 23-02-2011.

PUBBLICATO 23/02/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

SPORT  |  LETTO 2413  
Fc Calcio Acri domenica è stata la classica giornata nera
Si è trattata della classica giornata nera. Sia le cronache che chi ha seguito i rossoneri, ammette che Deffo e compagni hanno disputato una gara scialba, la seconda più brutta del campionato dopo q ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3071  
Deposito di rifiuti ingombranti, denuncia del sindaco contro ignoti
Il sindaco Gino Trematerra ha presentato una querela contro ignoti in relazione al deposito diffuso e degradante di materiale ingombrante, creando numerose discariche a cielo aperto. Il sindaco e i ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3075  
Trematerra ottimista sull'ospedale
Durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo assessore alla Sanità, è inevitabilmente venuto fuori il tema del futuro dell’ospedale “Beato Angelo”.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2816  
Acritrasport, i lavoratori recriminano undici mensilita' arretrate
Lavoratori della Acritrasport nuovamente sul piede di guerra. Rivendicano il pagamento di undici mensilità arretrate, cioè tutte quelle che si riferiscono all'anno in corso, quattordicesima compresa ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 3082  
DIFENDIAMO L'OSPEDALE
Il comitato cittadini liberi contro il ridimensionamento dell'ospedale di Ari: in vita la cittadinanza ad aderire al comitato e a partecipare all'incontro che si terra' mercoledi' 9 novembre 2011 al ...
Leggi tutto