POLITICA Letto 2924  |    Stampa articolo

Punto nascita, l’allarme di Idv.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Il segretario del comitato cittadino di Italia dei valori, Angelo Cofone, alimenta ulteriormente le inquietudini relative alla chiusura del punto nascita, già fissata per il prossimo primo maggio. I dipietristi in passato hanno già espresso critiche nei confronti dell’amministrazione comunale, accusata di essere passiva in siffatta vicenda.
«E’ proprio di oggi – spiega in una nota Cofone - la notizia secondo cui il governatore della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, nella sua qualità di commissario ad acta per il piano di rientro dal deficit sanitario, stia per firmare i decreti per il disattivamento degli accreditamenti ai punti nascita prossimi alla chiusura già individuati, tra cui rientra anche quello dell’ospedale cittadino, che, in base al decreto commissariale numero 4 del 17/01/2011, dovrebbe chiudere i battenti per il prossimo primo maggio».
Per il coordinatore Angelo Cofone, «nonostante ciò, ancora nessuna notizia positiva in tal senso è pervenuta dall’attuale amministrazione comunale, che pure in più occasioni ha rinfrancato la popolazione locale assicurando che l’ospedale non subirà alcun ridimensionamento e/o chiusura dei reparti attualmente esistenti ma che anzi verranno potenziati. Purtroppo, la macchina burocratica regionale sta compiendo, in modo cinico e inesorabile, il suo corso, il tutto nell’assoluto silenzio delle istituzioni locali e nella quasi totale indifferenza di gran parte della cittadinanza ».
Sempre per Cofone «sarebbe tuttavia opportuno, arrivati a questo punto, che venissero intraprese le opportune iniziative e le adeguate contromisure per evitare la paventata, e a questo punto quasi certa, chiusura del punto nascita del nosocomio cittadino a tutela del diritto alla salute di tutti i cittadini» «Sarebbe opportuno – scrive ancora Cofone -, come è stato già fatto in altre realtà locali della regione, attivarsi anche attraverso la predisposizione e proposizione di un apposito ricorso amministrativo da proporre innanzi al Tribunale amministrativo regionale avverso tali nefasti provvedimenti regionali che, senza alcun valido criterio discretivo, prevedono e dispongono la riorganizzazione ed il ridimensionamento di numerosi ospedali – tra cui il nostro – senza tener conto delle diversità orografiche e geografiche che li caratterizzano». Il coordinatore cittadino di Idv, «a nome del partito, e nel ricordare che lo stesso ha già portato la questione all’attenzione del Parlamento attraverso la proposizione di un’interrogazio - ne rivolta al Ministro della Sanità, proposta dal capogruppo Idv al Senato, Belisario », si dice pronto «alla mobilitazione in difesa del presidio ospedaliero cittadino » e auspica «che ciò avvenga di comune accordo con tutte le altre forze politiche cui stia a cuore la problematica e con l’intera cittadinanza al fine di scongiurare la ingiusta ed iniqua chiusura del punto nascita ».

Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 28-02-2011.

PUBBLICATO 01/03/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

SPORT  |  LETTO 2411  
Fc Calcio Acri domenica è stata la classica giornata nera
Si è trattata della classica giornata nera. Sia le cronache che chi ha seguito i rossoneri, ammette che Deffo e compagni hanno disputato una gara scialba, la seconda più brutta del campionato dopo q ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3068  
Deposito di rifiuti ingombranti, denuncia del sindaco contro ignoti
Il sindaco Gino Trematerra ha presentato una querela contro ignoti in relazione al deposito diffuso e degradante di materiale ingombrante, creando numerose discariche a cielo aperto. Il sindaco e i ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3073  
Trematerra ottimista sull'ospedale
Durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo assessore alla Sanità, è inevitabilmente venuto fuori il tema del futuro dell’ospedale “Beato Angelo”.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2814  
Acritrasport, i lavoratori recriminano undici mensilita' arretrate
Lavoratori della Acritrasport nuovamente sul piede di guerra. Rivendicano il pagamento di undici mensilità arretrate, cioè tutte quelle che si riferiscono all'anno in corso, quattordicesima compresa ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 3080  
DIFENDIAMO L'OSPEDALE
Il comitato cittadini liberi contro il ridimensionamento dell'ospedale di Ari: in vita la cittadinanza ad aderire al comitato e a partecipare all'incontro che si terra' mercoledi' 9 novembre 2011 al ...
Leggi tutto