NEWS Letto 4005  |    Stampa articolo

Presentato il volume su Giovanni Battista Falcone di G. Abbruzzo

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
La tiepida serata, la voglia di conoscere notizie sull’eroe acrese e l’originale e fruibile presentazione, hanno favorito la massiccia partecipazione di semplici cittadini e letterati. Presentato il volume su Giovanni Battista Falcone, eroe del risorgimento, e la location non poteva che essere la piazza del centro storico in cui è presente una statua di marmo che lo rappresenta.
Il volume, scritto dallo storico locale, Giuseppe Abbruzzo, conta circa duecento pagine, con prefazione curata da Luigi Satriani. Il lavoro è stato fortemente voluto da Giuseppe Cristofaro, presidente della Fondazione “Padula”. L’iniziativa, bella ed interessante, ha lasciato molti spunti di riflessione ed ha permesso di sapere di più su una figura finora dimenticata. Notizie, aneddoti, retroscena e curiosità, hanno animato la serata che comincia subito con una sorpresa; Falcone, per molti “testa calda”, morì all’età di 23 anni e non di 21 come apposto sulla statua. Falcone, segretario della spedizione di Sapri, nacque ad Acri nel 1834 e morì a Sanza nel 1857, trucidato.
Leggendo le pagine di quest’opera, così puntuale nella ricostruzione degli avvenimenti e così attenta alla polifonia di voci, rivoluzionari, autorità di polizia, detenuti, delatori, calunniatori, anonimi, si ha modo di seguire lo sviluppo delle azioni come racconto che si dispiega nel tempo, partecipando, così, ai dettagli di un’esperienza conosciuta per lo più solo nelle sue linee generali. Le voci narranti di Laura Marchianò e Ricchezza Falcone e l’intermezzo musicale del coro polifonico San Giuseppe, ben si amalgamo alla causa principale. “Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti...”, i versi de “La spigolatrice di Sapri” di Luigi Mercantini, riecheggiano una vicenda oggetto quasi sempre di una stereotipa commemorazione scolastica, e quindi sostanzialmente obliata. Le pagine di Abbruzzo restituiscono il senso di queste lontane vicende facendole rivivere nel loro concreto svolgersi, nelle variegate rappresentazioni che protagonisti si diedero delle loro stesse azioni e dei sentimenti che le animarono. Scopo dello scritto è colmare una lacuna creata dalla mancanza di iniziative atte a ricordare Falcone e le sue gesta. Il volume di Abbruzzo, costituisce una sufficiente base di partenza per studi futuri.









PUBBLICATO 05/07/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 2988  
“Silvio se ne è andato e non ritorna più ”...
Lo so, non era Silvio il protagonista della canzone della Pausini ma un certo Marco. Sono storie diverse. Quella di Marco, era la rottura di un idillio tra due fidanzatini, quella di Silvio con la N ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 4934  
Vittoria storica per il Rugby Acri sul campo di Reggio Calabria
Domenica 13 Novembre si è svolta la 3° giornata del campionato regionale di rugby vedendo protagonista anche l'Acri,che con la sua formazione U16 e U20 è riuscito ad espugnare il campo di Reggio Cal ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3397  
Presentato il circolo di legambiente
Nel corso di un'apposita conferenza stampa, tenutasi nella sede della comunità montana “Destra Crati – Sila Greca”, è stato presentato il nuovo circolo acrese della Legambiente.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4049  
Scuolabus, gli autisti sospendono la serrata
Da stamane tornano a bordo degli scuolabus sospendendo momentaneamente la loro protesta. Si tratta dei 24 lavoratori Acri Trasport in assemblea permanente dallo scorso mercoledì , con conseguente in ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3076  
Parte da Rende la mostra itinerante del Rotary di Acri
Oggi pomeriggio, alle ore 18:00, al Museo del Presente di Rende, verrà inaugurata l'annuale rassegna itinerante regionale di pittura promossa dal Rotary Club di Acri.
Leggi tutto