POLITICA Letto 3398  |    Stampa articolo

Chiusura del punto nascita, il Pd chiede le dimissioni del sindaco.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Il gruppo consiliare del Partito Democratico ieri pomeriggio ha convocato una conferenza stampa per chiedere le dimissioni del sindaco e puntualizzare sulle cifre che il primo cittadino ha inserito nel suo consuntivo del primo anno di amministrazione.
Nella sede di via Anna Frank, ieri pomeriggio erano presenti il capogruppo Giacomo Cozzolino, i consiglieri Mario Bonacci, Giuseppe Capalbo e Pino Capalbo e il portavoce del partito Domenico Vaccaro.
Sulla chiusura del punto nascita, avvenuta lo scorso 1 maggio, sul cui futuro Gino Trematerra aveva impegnato tutta la sua autorevolezza, e su quella "mascherata" di Ginecologia, Cozzolino non ha usato mezzi termini: "il sindaco si deve dimettere perché non ha mantenuto la parola. Ci aveva chiesto di non fare rumore per amore della città, rassicurandoci circa il futuro del punto nascita e noi ci siamo fidati. Il risultato è che ad Acri non si nascerà più, neanche in emergenza". I consiglieri del Pd hanno ammesso le responsabilità delle opposizioni in questa vicenda "che tuttavia non possono essere confrontate a quelle di chi amministra". Per Cozzolino, "per il bene della città abbiamo voluto assecondare l'atteggiamento del sindaco, che ci aveva rassicurati anche in occasione della visita del presidente Giuseppe Scopelliti all'ospedale. Ora è tempo di richiamarlo alle sue responsabilità".
Non sono mancati i riferimenti al "silenzio assordante dell'assessore regionale Michele Trematerra, che sulla chiusura del punto nascita non ha speso una parola".
Sul futuro dell'ospedale, "su cui vi sono solo gli atti pubblici, in cui c'è scritto chiaramente che verrà fortemente ridimensionato, il Pd chiederà un consiglio comunale aperto".
Sugli otto milioni che il sindaco dice di avere speso in questo primo anno, "si tratta si altrettante chiacchiere, considerato che in molti casi si tratta solo di impegni di spesa. In ogni caso, non c'è traccia del tanto sbandierato potere contrattuale o di trasferimenti dalla Regione".
In sintesi, "Gino Trematerra, in questo primo anno non ha realizzato nulla di quello che aveva promesso e per il quale era stato eletto". Ora "cambia la strategia del Partito Democratico, che sarà basata sull'inconcludenza finora dimostrata dall'amministrazione comunale e che nessuno potrà definire preconcetta, ma ancorata a dati di fatto incontrovertibili".


Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 07-07-2011.

PUBBLICATO 07/07/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 2981  
“Silvio se ne è andato e non ritorna più ”...
Lo so, non era Silvio il protagonista della canzone della Pausini ma un certo Marco. Sono storie diverse. Quella di Marco, era la rottura di un idillio tra due fidanzatini, quella di Silvio con la N ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 4925  
Vittoria storica per il Rugby Acri sul campo di Reggio Calabria
Domenica 13 Novembre si è svolta la 3° giornata del campionato regionale di rugby vedendo protagonista anche l'Acri,che con la sua formazione U16 e U20 è riuscito ad espugnare il campo di Reggio Cal ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3392  
Presentato il circolo di legambiente
Nel corso di un'apposita conferenza stampa, tenutasi nella sede della comunità montana “Destra Crati – Sila Greca”, è stato presentato il nuovo circolo acrese della Legambiente.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4042  
Scuolabus, gli autisti sospendono la serrata
Da stamane tornano a bordo degli scuolabus sospendendo momentaneamente la loro protesta. Si tratta dei 24 lavoratori Acri Trasport in assemblea permanente dallo scorso mercoledì , con conseguente in ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3072  
Parte da Rende la mostra itinerante del Rotary di Acri
Oggi pomeriggio, alle ore 18:00, al Museo del Presente di Rende, verrà inaugurata l'annuale rassegna itinerante regionale di pittura promossa dal Rotary Club di Acri.
Leggi tutto