NEWS Letto 2945  |    Stampa articolo

Coldiretti e Trematerra. In Sila, la filiera biologica tra professionalita’, qualita’ e occupazione.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Iniziativa molto partecipata, quella organizzata dalla Coldiretti Calabria, nel cuore della Sila Greca, presso una delle aziende più rinomate nel settore biologico ed in possesso del certificato di qualità. Alla "Biosila" di Filicuzzi si è discusso del Parco nazionale della Sila quale territorio ideale per un'ottima filiera agricola biologica e, alla fine, tanti sono stati gli spunti di riflessione e di dibattito.
Presenti diversi imprenditori agricoli e aziende. Tutti sono convinti che il territorio silano ha quelle pecularietà per essere un'area in cui possono essere realizzati progetti che possano servire allo sviluppo dell'intera regione.
"C'è molto da fare, ha detto Molinaro della Coldiretti, nel settore della comunicazione e del marketing, ma il territorio silano bene si presta alla qualità, e ci sono imprese che, finalmente, lavorano con professionalità portando avanti progetti seri ed all'avanguardia. La Coldiretti è pronta a sostenerli e nello stesso tempo si rapporta continuamente con la Regione perché siamo certi che l'agricoltura può essere fonte di reddito e di occupazione. Mi auguro, conclude, che presto nelle mense pubbliche possano essere presenti prodotti biologici di aziende locali."
Siamo nella Sila Greca, nel comune di Acri ed il padrone di casa è il sindaco Trematerra che aggiunge; "sono soddisfatto di vedere molti giovani, anche in possesso della laurea, che si dedicano all'agricoltura, ciò significa che è un settore in cui c'è' spazio per sbocchi lavorativi. Le istituzioni devono stare vicino a chi ci crede veramente e non agli opportunisti o, peggio, ai cosiddetti prenditori che pensano solo a ricevere i fondi per poi non offrire nulla."
In chiusura l'assessore regionale, Trematerra, ha annunciato tutte le misure regionali previste a supporto del settore; "quello dell'agricoltura è un patrimonio da difendere e valorizzare anche perché gli ultimi dati sul Pil calabrese dicono che la spinta maggiore sull'economia regionale, arriva proprio da questo settore. Dobbiamo, quindi, profondere tutte le energie possibili al fine di sostenere quanti sono impegnati in agricoltura che, con il loro lavoro tra l'altro, contribuiscono non poco alla tutela del territorio"
Stimolato, l'assessore regionale conclude; "Arssa e Afor sono da privatizzare e non vedo alcuno scandalo se ciò dovesse accadere visto che sono tanti gli enti che negli anni sono stati privatizzati."
Quindi tutti a tavola tra formaggi, salumi e carne alla brace, prodotti di nicchia biologici del territorio silano.

PUBBLICATO 25/07/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 2985  
“Silvio se ne è andato e non ritorna più ”...
Lo so, non era Silvio il protagonista della canzone della Pausini ma un certo Marco. Sono storie diverse. Quella di Marco, era la rottura di un idillio tra due fidanzatini, quella di Silvio con la N ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 4926  
Vittoria storica per il Rugby Acri sul campo di Reggio Calabria
Domenica 13 Novembre si è svolta la 3° giornata del campionato regionale di rugby vedendo protagonista anche l'Acri,che con la sua formazione U16 e U20 è riuscito ad espugnare il campo di Reggio Cal ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3392  
Presentato il circolo di legambiente
Nel corso di un'apposita conferenza stampa, tenutasi nella sede della comunità montana “Destra Crati – Sila Greca”, è stato presentato il nuovo circolo acrese della Legambiente.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4045  
Scuolabus, gli autisti sospendono la serrata
Da stamane tornano a bordo degli scuolabus sospendendo momentaneamente la loro protesta. Si tratta dei 24 lavoratori Acri Trasport in assemblea permanente dallo scorso mercoledì , con conseguente in ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3073  
Parte da Rende la mostra itinerante del Rotary di Acri
Oggi pomeriggio, alle ore 18:00, al Museo del Presente di Rende, verrà inaugurata l'annuale rassegna itinerante regionale di pittura promossa dal Rotary Club di Acri.
Leggi tutto