POLITICA Letto 2840  |    Stampa articolo

Terreni in vendita, c’è il rinvio

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Nei giorni scorsi l'amministrazione comunale, attraverso un apposito bando, ha messo in vendita i terreni demaniali del bosco di Pietramorella. Un atto con cui si vuole chiudere una annosa vicenda, trascinatasi per decenni. A quel bando ora è stata apportata una modifica. Inizialmente il termine di presentazione della relativa domanda era il prossimo 31 dicembre, ora un altro avviso indica una nuova data: il 31 ottobre 2011. I terreni inquestione sono demaniali, ma, dopo la seconda guerra mondiale, furono occupati dai contadini, che non li hanno mai abbandonati. In sostanza, li hanno utilizzati come se fossero stati di loro proprietà, ma non ne hanno potuto disporre totalmente. La questione della proprietà si è protratta per decenni, senza maiessere stata affrontata adeguatamente. Nel corso del tempo più di uno ha chiesto di poterne essere l'effettivo proprietario, per mille ragioni. Un po' per paura di quanto il futuro può riservare, un po' perché in fondo quei terreni possono essere gestiti meglio e possono essere un capitale, ma solo a condizione che se ne dimostri la proprietà. Si tratta di circa settecento ettari e di poco più di quattrocento possessori. A riaprire la questione è stata una legge regionale, la numero 18 del 2007, che trasferisce ai Comuni le competenze degli usi civici, cioè di quell'istituto che ha permesso finora acostoro di poter disporre di quelle terre senza che queste fossero loro.
Negli anni dell'amministrazione Coschignano, quella precedente a quella attuale, si registrarono anche numerose proteste e momenti di tensione, avviando di fatto l'iter che dovra' terminare con l'acquisizione da parte dei privati dei terreni in questione. “I cittadini interessati – informa un avviso del Comune -, ai sensi di quanto disposto all’arti - colo 9 del Regolamento del Piano di Valorizzazione delle Terre Civiche, possono presentare richiesta di acquisto del terreno, utilizzando l’apposito modello predisposto dal Comune, debitamente compilato e con allegati i documenti richiesti, indicando eventuali titolo di preferenza”. L’alienazione dei terreni denominati “Montagna di Pietramorella” viene effettuata “a favore dei possessori che detengonoedutilizzano informaprivata i quozienti da decenni. Il valore di vendita dei terreni di proprietà comunale denominati “Montagna di Pietramorella, è stato determinato dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 133 del 20/07/2011 in 4.005,00 europer ettaro e cioè in ragione del valore medio della corrispondente regione agraria”.
Tutte le spese contrattuali (tasse diregistrazione etrascrizione degli atti, bolli ecc.), nonché quelle da esse dipendenti, nessuna esclusa, ad eccezione di quelle che, per legge, gravano sulla parte alienante, sono a carico dell’acquirente.


Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 17-08-2011.

PUBBLICATO 18/08/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

SPORT  |  LETTO 3643  
L’Olympic Acri scende in campo a difesa dell’Ospedale
L’Olympic Acri, allo stadio Comunale di San Giacomo d’Acri, incontra L’US Pedace e coglie l’occasione per manifestare contro la chiusura dell’Ospedale; i ragazzi scendono in campo indossando la magl ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3295  
PSC. Cervellati inadempiente, l’amministrazione comunale gli revoca l’incarico
Il rapporto tra il comune e l'architetto bolognese, Pier Luigi Cervellati, è terminato nel peggiore dei modi. Ovvero, con diffide, citazioni in giudizio e revoche.
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 2784  
L’incontro di Gesù nelle persone: ho avuto fame, sete; ero carcerato, forestiero, ammalato…
Più volte nella storia del cristianesimo si è discusso e anche oggi si discute sul rapporto tra fede e opere; fra possibili e facili fughe spiritualiste e una incarnazione nella storia considerata e ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3755  
CGIL l'ospedale di montagna, una beffa
Nell'ambito della giornata di mobilitazione nazionale, promossa dalla Cgil su “La salute è un diritto costituzionale”, ieri mattina si è tenuto un sit-in di protesta del sindacato di fronte al presi ...
Leggi tutto

VIDEO  |  LETTO 3411  
La fabbrica dei veleni
La vicenda della Marlane, industria tessile di Praia a Mare in Calabria, anche se poco conosciuta, rappresenta uno dei capitoli più bui della storia industriale italiana.
Leggi tutto