POLITICA Letto 2476  |    Stampa articolo

Idv. Fuscaldo condivide il commissariamento regionale e chiede piu’ coinvolgimento

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Nei giorni scorsi Sel, tramite il suo portavoce Caiaro, ha provato ad innescare un dibattito su alcune questioni politiche ed amministrative. Il governo Trematerra va avanti per la sua strada tra investimenti e progetti, il centro sinistra è in evidente difficoltà. Sia in consiglio che fuori. Il Pd è alle prese con il congresso che dovrà eleggere il sostituto di Capalbo, Pdci-Prc sono latitanti, i Verdi spariti e in IdV le cose non vanno di certo bene. Dice Fuscaldo, presidente del circolo San Giacomo; "Sel ha ragione, c'è bisogno di un centrosinistra nuovo, forte e propositivo, è necessario che faccia sentire forte la propria voce per denunciare le debolezze dell'attuale sistema politico, affidando ai cittadini un maggiore protagonismo, partendo dall'entusiasmo dei referendum di giugno, dalla voglia di cambiamento di tanti uomini e donne che credono in un futuro migliore che non può essere realizzato da questo centrodestra, incompetente su tutti i fronti."
Sul commissariamento regionale, che ha visto la rimozione dell'acrese Feraudo dal ruolo di segretario regionale, Fuscaldo aggiunge; "in virtù del calo di consensi che il partito ha registrato alle ultime consultazioni elettorali in alcuni comuni importanti, il presidente Di Pietro si sia sentito il dovere di dare una svolta, mettendo ai vertici del partito calabrese le massime cariche istituzionali dello stesso. Credo che la scelta di Di Pietro vada nella direzione giusta, adesso bisognerà coinvolgere il più possibile gli iscritti, i simpatizzanti, tutti coloro che credono seriamente in questo partito e nelle sue migliori energie. E' necessario fare in modo che gli iscritti partecipino il più possibile alle scelte decisionali al fine di rendere quanto più possibile il nostro partito veramente democratico e trasparente."
Fuscaldo
si sofferma sullo stato di salute di IdV locale; "credo che il partito necessiti di una riorganizzazione, per fare questo sarà necessario coinvolgere in primo luogo tutti gli iscritti e tutti coloro che indipendentemente se tesserati o meno con IDV, credono nel nostro partito. Abbiamo bisogno di un partito forte capace di battersi in difesa dei lavoratori, dei ceti sociali più deboli. Un partito che sia capace di dialogare con tutte le altre forze politiche del centrosinistra al fine di non lasciare spazio ad un centrodestra dannoso per la città, incapace di cogliere le ansie e le preoccupazioni vere dei nostri concittadini."
Ed, infine, giudica l'operato del consigliere Minisci; "Idv è ben rappresentata. C'è, a mio avviso però, bisogno di una maggiore collaborazione tra rappresentanza istituzionale e base del partito, in modo da far sentire sempre più forte le istanze dei cittadini. uest'esigenza di maggiore collaborazione, dovrà rientrare in quel piano di riorganizzazione del partito, da me auspicato, e che sono convinto troverà all'interno del partito tutti d'accordo."

PUBBLICATO 29/08/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

SPORT  |  LETTO 3681  
L’Olympic Acri scende in campo a difesa dell’Ospedale
L’Olympic Acri, allo stadio Comunale di San Giacomo d’Acri, incontra L’US Pedace e coglie l’occasione per manifestare contro la chiusura dell’Ospedale; i ragazzi scendono in campo indossando la magl ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3328  
PSC. Cervellati inadempiente, l’amministrazione comunale gli revoca l’incarico
Il rapporto tra il comune e l'architetto bolognese, Pier Luigi Cervellati, è terminato nel peggiore dei modi. Ovvero, con diffide, citazioni in giudizio e revoche.
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 2823  
L’incontro di Gesù nelle persone: ho avuto fame, sete; ero carcerato, forestiero, ammalato…
Più volte nella storia del cristianesimo si è discusso e anche oggi si discute sul rapporto tra fede e opere; fra possibili e facili fughe spiritualiste e una incarnazione nella storia considerata e ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3791  
CGIL l'ospedale di montagna, una beffa
Nell'ambito della giornata di mobilitazione nazionale, promossa dalla Cgil su “La salute è un diritto costituzionale”, ieri mattina si è tenuto un sit-in di protesta del sindacato di fronte al presi ...
Leggi tutto

VIDEO  |  LETTO 3443  
La fabbrica dei veleni
La vicenda della Marlane, industria tessile di Praia a Mare in Calabria, anche se poco conosciuta, rappresenta uno dei capitoli più bui della storia industriale italiana.
Leggi tutto