POLITICA Letto 3743  |    Stampa articolo

Dopo voto. Caiaro (PD); "occorre azzerare tutto, ripensare e ripartire"

Foto © Acri In Rete
Redazione
Il maremoto politico che ha investito il Mezzogiorno d’Italia era cronaca di una morte annunciata.” Così Luigi Caiaro, consigliere comunale Pd, nonché capogruppo Acri in Comune e presidente della commissione bilancio.
“E’ chiaro e lampante che c’è un Meridione all’opposizione del governo centrale, tutto ciò è determinato dal fatto che negli ultimi anni il nostro territorio ha subito un violento impoverimento sia in termini economici sia  per quel che riguarda le risorse umane.
I governi di centrodestra hanno rastrellato i fondi europei portandoli al nord, il governo di Renzi ha stanziato gli 80 euro per aiutare le famiglie difficoltà, ma li prendono solo chi ha uno stipendio medio basso, i disoccupati sono stati esclusi a favore degli stipendiati del nord. Per non parlare della marea di soldi pubblici  che  da sempre assistono le industrie del Nord.
Il successo del Movimento cinque stelle è stato clamoroso ed imbarazzante per le forze politiche tradizionali, nel Meridione il fallimento della cosiddetta vecchia classe dirigente ha assunto proporzioni catastrofiche. Non si tratta di parlare solo superficialmente e semplicisticamente del reddito di cittadinanza, il sud ha sviluppato un enorme rancore sociale vedendosi escluso non solo dalla ripresa economica, ma dalla speranza stessa di un miglioramento e di una emancipazione delle proprie condizioni.
Il voto è stato quindi lo strumento per esprimere tutta la rabbia, la frustrazione ed il senso di esclusione.
I partiti tradizionali sono stati spazzati via come foglie al vento, i moti populistici sono avanzati e la sinistra è in crisi profonda, catapultata verso un declino inesorabile, tutto ciò dovuto al fatto che il Pd ha voluto indossare necessariamente l’abito moderato per attirare i voti di centro,  diventando a  tutti gli effetti punto di riferimento solo delle classi medio alte.
L’abolizione delle sezioni per dar vita ai circoli è stata una scelta disastrosa, i circoli sono entità astratte, riservati solo a chi è iscritto al partito, dove far emergere potenziali candidati in vista di tornate elettorali, le sezioni erano, invece, luoghi dove si discutevano le condizioni di vita, i bisogni ed i problemi della società, si discuteva e ci si confrontava.
Adesso ci tocca ripartire, ripartire azzerando tutto, rimettersi a studiare per capire che cosa dovrà essere la sinistra nei prossimi anni, ripensare quindi ad una forza politica che possa ristabilire la connessione sentimentale con i suoi elettori, che sappia riaccendere la speranza di un paese migliore, che sappia ritrovare un vocabolario chiaro ed univoco, rinnovando completamente il programma e le proposte, offrendo le soluzioni alle nuove necessità  di un mondo che cambia sempre più velocemente dove nuovi protagonisti si presentano e milioni di cittadini invocano una redistribuzione della ricchezza, nonché maggiore protezione e maggiore tutela di quei diritti inalienabili del genere umano
.”

PUBBLICATO 16/03/2018





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 86  
Le città dopo il Covid19. Le idee dell’architetto Scaglione su Il Sole 24 ore
Come ripensare le città dopo il Covid-19. Le idee dell’architetto Pino Scaglione.... ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 430  
Statua contro le guerre, questa è la verità dei fatti
Scrivo in merito alla domanda conclusiva del post sulla vostra pagina facebook del 25 maggio 2020 riguardo la Statua contro le guerre, realizzata da Gino Scarsi e donata alla città di Acri. ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 435  
All’aria aperta
Ora bisogna darsi da fare. Uscire di casa, i bambini devono ritrovare lo spazio in cui muoversi, giocare, ragazzi e ragazze devono poter riprendere a passeggiare, a parlarsi, per strada, ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 542  
Festa della Repubblica. L'amministrazione comunale dona la Costituzione
L'assessore alla cultura e pubblica istruzione, Bonacci, ha inteso incontrare le scuole del territorio per sottolineare l'importanza di questa ricorrenza e della Costituzione entrata in vigore nel 194 ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 441  
Lutto in casa Gattuso
L’Amministrazione Comunale di Acri, il Sindaco Pino Capalbo, e l’Assessore allo sport Luigi Cavallotti, si stringono attorno al dolore che ha colpito la famiglia Gattuso per la prematura perdita della ...
Leggi tutto