News Letto 2010  |    Stampa articolo

Un tappo sulla Regione.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Il cosiddetto movimento dei professori, in vista delle prossime elezioni regionali, ha presentato ad Acri le sue proposte. Giovedì pomeriggio la sala convegni del Palazzo Padula era gremita.
L'iniziativa è stata promossa da "Progetto Calabrie" per spiegare i motivi e le finalità di questo nuovo movimento che si colloca nell'area politica di centrosinistra.
Ha coordinato i lavori Giovanni Donato, segretario provinciale della Flai-Cgil.
Sono intervenuti Aldo Pucci, ex segretario provinciale di Rifondazione Comunista, in sostituzione di Stefano Zuccherini, costretto all'assenza dai impegni improvvisi; Massimo Covello, segretario provinciale della Cgil; il senatore dei Socialisti Democratici Italiani, Cesare Marini; il rettore dell'Università della Calabria, Giovanni Latorre.
In quasi tutti gli interventi è emersa la necessità di operare un autentico e irreversibile cambiamento nel modo di operare e nella prospettiva di governo della Regione.
E' stata utilizzata la metafora del tappo di una classe dirigente politica che inibisce ogni tentativo di successo.
In sostanza, la Regione Calabria sarebbe una bottiglia di vino d'annata che nessuno può bere perché non si riesce ad aprirla. "Progetto Calabrie" si propone come sommelier e intende contribuire a far saltare il tappo. Tuttavia qualcosa va cambiata, anche e soprattutto nel centrosinistra, altrimenti, per dirla con Cesare Marini, "è il trionfo del tappo".
Il riferimento apertamente critico va indirizzato soprattutto alla proposta di composizione dell'assemblea dei grandi elettori, che il prossimo 28 novembre dovrebbe indicare il candidato a Presidente della Regione del centrosinistra.
Secondo Marini e Latorre questa bozza "è un'autentica presa in giro", perché mortifica ogni tentativo, da parte di associazioni e movimenti che non si riconoscono organicamente nei partiti, di partecipare alla scelte. Al convegno partecipavano due dei possibili candidati del centrosinistra. Entrambi non hanno lesinato critiche verso alcune scelte che anche il centrosinistra ha compiuto in passato. Per esempio, per Marini, il doppio ribaltone, al Governo Nazionale e alla Regione Calabria, è stato una grande errore politico che il centrosinistra non ha mai voluto riconoscere, oltre che un tradimento della volontà popolare.
Tuttavia le critiche maggiori sono state prevedibilmente rivolte alle scelte politiche operate, o non operate, dal centro-destra.
In questo senso è venuta fuori una rappresentazione della realtà politica e sociale della nostra Regione che non lascia scampo a letture alternative. I dati portati all'attenzione dei cittadini presenti hanno contribuito a suffragare la tesi sostenuta dagli oratori. In pratica, nonostante la Regione Calabria possegga interessanti risorse che permetterebbero agli oltre due milioni di cittadini che la popolano di vivere bene, vi è una classe politica incapace di sfruttarle.
Per operare la necessaria inversione di tendenza è necessario far ricorso a tutte le energie umane presenti sul territorio.
Per raggiungere l'obiettivo, i partiti politici dovrebbero andare al di là delle loro sezioni e rendere partecipi delle scelte che davvero contano anche le associazioni e i movimenti che operano sul territorio.

PUBBLICATO 14/11/2004

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

News  |  LETTO 2283  
Cancellata la manifestazione di stasera.
La somma prevista per lo spettacolo sara' devoluta in beneficienza alle suddette popolazioni.
Leggi tutto

News  |  LETTO 2190  
Capodanno 2005 – Sg Sezione aperta.
Noi ragazzi della Sinistra Giovanile di Acri riserveremo un pensiero alle popolazioni colpite dal disastroso maremoto nel sud-est asiatico.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 2398  
Non siamo soli.
Non è un caso neppure che si festeggi la mezzanotte, perché è proprio a mezzanotte che il nuovo ciclo ha inizio.
Leggi tutto

News  |  LETTO 2046  
Presepe vivente a Padia.
Tutti coloro che vogliono visitare il presepe lo potranno fare recandosi nel rione storico dalle 18 in poi.
Leggi tutto

News  |  LETTO 2004  
Ospedale, Idv invoca la Consulta.
­Il responsabile provinciale de "L'Italia dei Valori", Maurizio Feraudo, a distanza di qualche settimana, ritorna sul tema dell'efficienza dell'ospedale di Acri.
Leggi tutto