News Letto 2006  |    Stampa articolo

Ospedale, Idv invoca la Consulta.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Il responsabile provinciale de "L'Italia dei Valori", Maurizio Feraudo, a distanza di qualche settimana, ritorna sul tema dell'efficienza dell'ospedale di Acri.
Lo fa con un comunicato nel quale fa riferimento anche a recenti dichiarazioni del Direttore Generale dell'Azienda sanitaria 4.
"Dopo oltre un mese dalla denuncia di Italia dei Valori circa l'inefficienza della struttura sanitaria ad Acri - scrive Feraudo - sebbene sul piano politico non sia seguita alcuna iniziativa tesa ad attivare l'auspicata "consulta sanitaria", si registra tuttavia una presa d'atto da parte del Direttore Generale della Azienda sanitaria 4, il quale, dando ragione a quanto da noi sostenuto, ha convenuto che l'ospedale di Acri presenta "gravi carenze strutturali e logistiche". Dunque, la questione da noi sollevata era fondata.
Pur tuttavia permane la mancanza di un dibattito e di un confronto politico sull'importante questione sanitaria ad Acri. L'auspicata "consulta sanitaria" sarebbe stata la sede più idonea per consentire a tutte le forze politiche di dire la loro circa il rilancio del presidio ospedaliero acrese, il quale, proprio perché di montagna, ha necessità di dotarsi, ancor prima che di un reparto di endocrinologia, di un servizio di un servizio di terapia intensiva o sub-intensiva (rianimazione) a tutela di quei pazienti bisognosi di delicati interventi chirurgici o altrimenti sofferenti.
E' storia di qualche settimana addietro la vicenda di un concittadino operato e rioperato nello stesso giorno d'urgenza per una grave patologia e per il quale si è reso necessario il trasferimento presso l'unità di terapia intensiva dell'Ospedale di Rossano.
Questo grave episodio induce ad alcune riflessioni: possono essere eseguiti presso il nostro ospedale interventi di chirurgia complessi per patologia e metodiche senza il supporto di una sala rianimazione? L'Ospedale di Acri, proprio perché di montagna, presenta rischi notevoli sia per le condizioni climatiche sia per le condizioni viarie.
Da qui la necessità, di cui Italia dei Valori si fa promotrice, di istituire una commissione di lavoro che attivi un confronto con la cittadinanza, con gli operatori e con la stessa dirigenza aziendale, al fine di individuare assieme punti qualificanti che facciano decollare la nostra struttura ospedaliera, garantendo efficienza e professionalità, così da non indurre i cittadini-utenti a una dannosa migrazione".

PUBBLICATO 29/12/2004

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

News  |  LETTO 2284  
Cancellata la manifestazione di stasera.
La somma prevista per lo spettacolo sara' devoluta in beneficienza alle suddette popolazioni.
Leggi tutto

News  |  LETTO 2191  
Capodanno 2005 – Sg Sezione aperta.
Noi ragazzi della Sinistra Giovanile di Acri riserveremo un pensiero alle popolazioni colpite dal disastroso maremoto nel sud-est asiatico.
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 2399  
Non siamo soli.
Non è un caso neppure che si festeggi la mezzanotte, perché è proprio a mezzanotte che il nuovo ciclo ha inizio.
Leggi tutto

News  |  LETTO 2049  
Presepe vivente a Padia.
Tutti coloro che vogliono visitare il presepe lo potranno fare recandosi nel rione storico dalle 18 in poi.
Leggi tutto

News  |  LETTO 2005  
Ospedale, Idv invoca la Consulta.
­Il responsabile provinciale de "L'Italia dei Valori", Maurizio Feraudo, a distanza di qualche settimana, ritorna sul tema dell'efficienza dell'ospedale di Acri.
Leggi tutto