News Letto 1532  |    Stampa articolo

Eolico, il Comune dice “niet”.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Nell'ultima riunione del consiglio comunale, di qualche settimana fa, oltre alla discussione sull'assestamento di bilancio, sono stati affrontati altri argomenti, perlopiù frutto di interrogazioni al sindaco. Tra questi anche il parco eolico. Purtroppo, nonostante siano stati messi sul tappeto tutti gli elementi in possesso dell'amministrazione comunale, la questione rimane avvolta in un velo di mistero. Il consiglio comunale nel 2006 aveva stipulato una convenzione con la società Cesp Calabria, per la realizzazione di un parco eolico nel territorio comunale acrese. L'obiettivo, comune ormai a tutti i Paesi occidentali e non, è quello di ricavare energia sfruttando alcuni fenomeni naturali, nella fattispecie il vento. Parlare di convenienze è banale. Furono inizialmente individuati tre siti, Gallice, Galluzzo e Cozzo Sant'Angelo, sui quali sono stati effettuati studi mirati a comprendere se fossero idonei a ospitare le pale. A distanza di qualche mese, la Cesp Calabria passò il testimone a un'altra società, la Erg. Il consiglio comunale, dopo una attenta discussione, approvò il passaggio di consegne, cancellando dalla convenzione il nome della Cesp e inserendo quello della Erg. La questione diventa assai più complessa quando sia la Erg che un'altra società, la Inergia, presentano alla Regione, e li trasmettono per conoscenza al Comune, presso i cui atti sono depositati, due progetti per la realizzazione di parchi eolici in Sila Greca.
In verità sembra, anche se non esistono a tal riguardo documenti ufficiali al Comune, che sulla Sila Greca si sia scatenato l'appetito pure di altre società, anche se al momento non lo hanno messo nero su bianco. Evidentemente gli studi sui tre siti originari hanno dato esito negativo, considerato che su quei terreni non sono stati presentati progetti. Alla Regione, per l'area della Sila Greca, sono pervenute domande per la procedura di valutazione d'impatto ambientale.
L'amministrazione comunale intanto ha già fatto sapere, con tanto di comunicazione ufficiale, alla Regione Calabria di essere decisamente contraria al progetto in Sila Greca. E su questo vi è unità di intenti, raccogliendo bipartisan l'approvazione di tutte le forze politiche, oltre che dei proprietari di aziende agricole della zona, che hanno manifestato la loro contrarietà all'amministrazione comunale. In ogni caso, per fugare qualsiasi dubbio, il sindaco Elio Coschignano ha assicurato che, per quelle che sono le competenze dell'amministrazione comunale, verranno messi in campo tutti gli strumenti necessari a far si che in Sila Greca non nasca un parco eolico. Prima della definitiva pronuncia della Regione, comunque è necessario che sia il consiglio comunale comunque a dire l'ultima parola. E la parola sarebbe “niet”.
L'iter appare quantomeno paradossale: una società presenta al Comune, solo per conoscenza, un progetto, pur sapendo che se al Comune il progetto non va bene diventa irrealizzabile. Non sarebbe più semplice acquisire prima il parere del Comune e poi quello della Regione?
Realizzare un parco eolico nella Sila Greca significherebbe inibire qualsiasi possibilità di sviluppo della zona, soprattutto in riferimento alle aziende agricole e agrituristiche. Questo è chiaro a tutti, da destra a sinistra, ma evidentemente non basta a quanti ritengono di poter comunque trasformare il vento della Sila Greca in energia.

PUBBLICATO 13/12/2007

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Opinione  |  LETTO 3004  
L'anno che sta arrivando.
Ogni volta scorgiamo sulla pelle e nel cuore i segni del dolore che immancabilmente ci lascia in triste eredità l'anno che se ne va; ma è anche alle piccole gioie, quelle che forse appaiono insignif ...
Leggi tutto

Opinione  |  LETTO 2816  
Appuntamento al cinema...
A cura dell’anicagis (Associazione Nazionale Italiana dei Comuni a Gestione Innovativa della Spazzatura).
Leggi tutto

Comunicato Stampa  |  LETTO 2485  
Presentazione del libro: UN FUOCO INESTINGUIBILE Angelo d'Acri, Frate Cappuccino.
I Frati Minori Cappuccini alle ore 16:00 presso l'Aula Consiliare di Palazzo Sanseverino in Acri, vi invitano alla presentazione del libro di Giovanni Spagnolo "UN FUOCO INESTINGUIBILE" Angelo d'Acr ...
Leggi tutto

Comunicato Stampa  |  LETTO 2144  
I genitori di Erika ringraziano.
Ringraziamo di cuore il Presidente della Regione Calabria On. Agazio Loiero e tutto il Consiglio regionale, i capigruppo innanzitutto, per quanto stanno facendo per noi su iniziativa del nostro conc ...
Leggi tutto

Comunicato Stampa  |  LETTO 2377  
Feraudo: soddisfatto per Erika
Non avevo dubbio alcuno che il Presidente della Giunta On. Agazio Loiero non sarebbe rimasto insensibile di fronte al caso umano della famiglia Minisci di Acri che, per garantire le giuste cure alla ...
Leggi tutto