Opinione Letto 2141  |    Stampa articolo

SD San Giacomo: Rafforziamo la sinistra ma senza l'Udc.

Giacomo Fuscaldo
Foto © Acri In Rete
Non soltanto agli addetti ai lavori, ma anche ai cittadini acresi , il tema delle alleanze appassiona, in vista di nuovi possibili scenari politici. Questa passione per le future alleanze, è in orbita già da qualche tempo nel nostro comune, in vista delle prossime competizioni elettorali. A tal proposito, la cosa che secondo me più incuriosisce, e deve incuriosire, i cittadini acresi, ma soprattutto, chi come me fa il dirigente politico, è questo continuo litigio tra Pd e Udc che addirittura ad Acri, e non solo, qualcuno vede come potenziali alleati.
Lascio immaginare a qualsiasi persona di buon senso cosa potrebbe venirne fuori. Leggendo quello che riportano con grande chiarezza e capacità di informare, i nostri giornali locali, questa alleanza, almeno ad Acri, non appare proprio possibile. Va bene il detto: "l'amore non è bello se non è litigarello" ma qua si è proprio ai ferri corti. Questo essere continuamente ai ferri corti, è ovvio, che non può portare ad Acri ad un'alleanza Pd-Udc. Dai cittadini acresi che sono notoriamente persone attente, colte ed intelligenti, un' alleanza di questo tipo, verrebbe giudicata un "pasticcio bellico", e non capita.
Per quello che riguarda Sinistra Democratica, ed è quello che mi sta più a cuore, penso, che noi non dobbiamo rinunciare all'idea che ad Acri possa esistere una grande sinistra plurale, laica, radicata sul territorio, capace di governare il nostro comune, di essere alternativa al centrodestra.
Una sinistra che deve necessariamente interloquire con il Partito democratico, come due forze che si rispettano, ma autonome. Tra noi ed il Partito democratico, non appena di quest'ultimo si sarà capito chi sono i dirigenti, ci dovrà essere una profonda e proficua collaborazione per una nuova esperienza politica, per un nuovo centrosinistra. Questo però, si potrà fare, a mio avviso, soltanto se i dirigenti del Pd abbandonano il concetto di autosufficienza, che ha portato loro alla disfatta, ma soprattutto aperture all'Udc, una forza quest'ultima responsabile e democratica, diretta ad Acri da persone rispettabili e rispettate, ma lontana anni luce dal mio modo di concepire la politica, e di quello, penso, della stragrande maggioranza delle persone di sinistra.
Ad Acri c'è bisogno di una grande rivoluzione democratica di sviluppo, di un rinnovamento della classe dirigente, che ponga al centro dell'attività politica la questione morale, analizzi con serietà i problemi della nostra comunità, dia slancio all'economia acrese, ma soprattutto, c'è bisogno, di una classe politica che non si occupi prevalentemente dei propri interessi, ma di quelli dell'intera comunità. I problemi ad Acri sono tanti, il degrado che si vive nelle frazioni, il precariato, la scuola, le infrastrutture che mancano, una politica sociale adeguata.
Quest'amministrazione sta facendo bene, ma bisogna fare ancora di più, per rispondere alle esigenze dei tanti cittadini del nostro comune in maniera adeguata, per dare a loro, alle loro famiglie e ai loro figli la speranza di un futuro migliore.

PUBBLICATO 15/09/2008

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

Religione  |  LETTO 2955  
Natale energia in movimento...
Questo è il giorno dell'energia in movimento, che ognuno di noi può accogliere e trasformare in atto nel proprio pensiero, nelle parole e nelle azioni quotidiane.
Leggi tutto

News  |  LETTO 3747  
Una bomba ecologica incontrollata.
La discarica comunale di contrada Manzi è incustodita. Nessun controllo, né in ingresso e né in uscita. Nessuna sbarra o cancelli, che impediscano ai curiosi di accedervi. Tutto aperto e ben visibil ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2398  
Per l'UDC il problema non sono le alleanze ma i programmi.
Stato di salute ottimo e poca passione per le alleanze. Almeno per il momento. E’ quanto è emerso nella consueta assemblea di fine anno dell’Udc. Iscritti, simpatizzanti e dirigenti locali, provinci ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2701  
Inaugurato il circolo della libertà Città di Acri.
Ospiti di eccezione per l’inaugurazione del Circolo delle Libertà. Gentile, capogruppo di Fi alla regione, Barile, capogruppo di An alla Provincia, Vincenzo Adamo, consigliere provinciale, e Giacomo ...
Leggi tutto

News  |  LETTO 2751  
PRC revolution. Si dimette l'assessore Pascuzzo.
La situazione all’interno di Rifondazione Comunista si ingarbuglia e si arricchisce di nuovi particolari. Le lotte intestine potrebbero regalare, a breve, nuovi ed importanti sviluppi.
Leggi tutto