NEWS Letto 2783  |    Stampa articolo

S.s.660. Feraudo interpella l’Anas.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Le denunce apparse sulla stampa, riguardo il nuovo smottamento sulla s.s.660 in località San Lorenzo, trovano pieno sostegno in Maurizio Feraudo, consigliere regionale di IdV che scrive; "uno scandalo che non può lasciare insensibile e indifferente chi, nelle istituzioni, rappresenta il territorio di Acri. Mi riferisco alla voragine che si è creata sul tratto stradale dove, meno di quattro mesi addietro l'Anas è intervenuta con lavori importanti che hanno determinato, addirittura, l'interruzione del transito per qualche giorno. Si trattava di un intervento risolutorio di un problema che all'epoca, prima che venissero spesi i soldi per risolverlo, si presentava meno grave e meno pericoloso di come si presenta oggi. Un pericolo per gli automobilisti, una minaccia seria per il centro abitato che rischia l'isolamento.
A cosa è servito quell'intervento fatto appena qualche mese addietro? Quanto è costato? Come mai il problema anziché risolversi si è pesantemente aggravato? Quesiti, questi, di cui ne investirò la Procura della Repubblica di Cosenza. Chiederò con urgenza un incontro al Procuratore della Repubblica al quale consegnerò le fotografie dello stato della strada così come oggi si presenta dopo nemmeno quattro mesi da un intervento che doveva essere definitivo e risolutorio. Intanto auspico che l'Anas, alla quale pure mi sono rivolto, trovi una soluzione immediata capace di prevenire il peggio.
Mi dispiace che dinanzi ad un problema così serio e grave il responsabile dell'Anas, ing. De Ferraris, abbia opposto un netto rifiuto ad un colloquio telefonico.
Non posso che stimare, invece, la sensibilità e il garbo istituzionale dimostrati dall´ing. Laganà, Capo Compartimento dell´Anas che nell´immediatezza della mia denuncia mi ha raggiunto telefonicamente scusandosi per l´atteggiamento assunto da De Ferraris. L´ing. Laganà si è detto allarmato ed ha dato disposizioni immediate per porre rimedio fin da subito, probabilmente anche da domani, al problema che ho segnalato. Sono soddisfatto e plaudo la grande attenzione di Laganà al territorio mostrata con la concretezza nell´azione e la prontezza nell´agire immediato
."


PUBBLICATO 08/02/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 2666  
Ad Acri una marcia per l’ospedale.
Nei giorni scorsi, il Partito Socialista Italiano, ha promosso, nella parrocchia di San Giorgio Martire, a Serricella, un incontro con i cittadini. La riunione è stata presieduta dal segretario del ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3750  
Anna Maria Prina e Clarissa Mucci ad Acri per lo stage “Danza & Cultura”
Grande successo anche quest'anno per lo stage "Danza & Cultura" proposto dalla scuola A.T.B Danzarte del maestro Michele Ferraro con il patrocinio del comune. Lo stage, giunto al suo secondo anno di ...
Leggi tutto

VIDEO  |  LETTO 3007  
Video della seduta del consiglio comunale del 29 Novembre 2010.
Pubblichiamo il video della seduta dei lavori della seduta del consiglio comunale del 29 novembre 2010. All’ordine del giorno la rinegoziazione dei prestiti della Cassa DD.PP. S.p.a. , le manifestaz ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4346  
Scuola di Acri-San Giacomo a Palazzo Madama.
Le classi v della scuola primaria e le classi della scuola secondaria di 1 grado dell’ istituto comprensivo di San Giacomo d’ Acri , diretto magistralmente dalla dirigente prof.ssa Pellegrino Rosa, ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 3597  
Elenco dei buoni motivi per cui il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale “Beato Angelo” di acri non deve chiudere.
l reparto più vicino dove far nascere un bambino si trova ad un’ora di distanza (in macchina) e le complicanze che possono verificarsi in quell’arco di tempo possono essere pericolose. Si potrebbe t ...
Leggi tutto