NEWS Letto 3153  |    Stampa articolo

«Lą Mucone abbandonata a se stessa».

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Dopo l'ex assessore Salvatore Montalto, un nuovo fronte polemico nei confronti dell'amministrazione comunale di Acri su Lą Mucone č stato aperto ieri da un gruppo di residenti, che lamenta uno stato di abbandono di questa ampia fetta del territorio acrese. «Nei primi mesi dell'insediamento della nuova giunta – ricordano i firmatari di una nota consegnata alla stampa - nei fine settimana una pattuglia della Polizia Municipale era stata dislocata sul territorio di Lą Mucone, al fine di agevolare il traffico e per una maggiore tutela e sorveglianza della cittadinanza: da qualche mese neanche l'ombra, la pattuglia č sparita». In riferimento all'ordinanza con cui si permette il commercio ambulante in prossimitą dei luoghi di culto, «nello spazio antistante la chiesa di Serricella crea maggiore rischio per l'incolumitą e la sicurezza dei tanti fedeli. In campagna elettorale – ricordano ancora i promotori della protesta - il consigliere Angelo Gencarelli si era assunto l'impegno di mettere in campo la sua esperienza decennale ovvero la sua ferma volontą di installare aiuole, verde attrezzato, rallentatori di velocitą, in modo da creare una zona a traffico limitato, per una migliore fruizione dello spazio antistante la chiesa, per avere una vera piazzetta anche nei fatti, oltre che sull'insegna ».
Ad Angelo Gencarelli, costoro chiedono «come mai proprio lei, a cui da sempre sono state riconosciute capacitą indiscusse, mentalitą colta e progresso evolutivo avanzato rispetto a taluni colleghi della zona, quale pegno abbia dovuto pagare per farsi bocciare questa splendida idea».
Nella nota si ricorda inoltre che «il sindaco, all'indomani della vittoria al ballottaggio, annunciava che la sfida elettorale era cessata e che sarebbe stato il sindaco di tutti gli acresi: solo belle parole. Si sperava in una nuova fase politica, a favore delle zone limitrofe, ma la campagna di ghettizzazione delle contrade ha riaperto i cantieri».

Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 03-11-2010.

PUBBLICATO 03/11/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

OPINONE  |  LETTO 4665  
Quel "certo" era rafforzativo positivo.
Purtroppo non ho avuto il piacere e l’onore di conoscere il sen. Francesco Spezzano. Egli morģ nel 1976 quando avevo appena 10 anni e per giunta quando ero arrivato da poco ad Acri.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4519  
Gino Trematerra sbarca a Strasburgo.
Giovedģ ventitre dicembre. Non č un giorno qualsiasi per Gino Trermaterra, sindaco della cittą da aprile scorso. Il Senato č chiamato ad approvare la ratificazione per l'assegnazione del seggio supp ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 4410  
Stupore…. ma con auguri di cuore.
Da piccolo invece passavo delle ore a sistemare il fondo con il muschio, trovare il posto migliore per la capanna, lucidare lo specchio per il laghetto, mettere i sassolini e il talco per tracciare ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3638  
L'Fc Calcio Acri campione d’inverno.
Per festeggiare il primo posto ed il Natale, la societą silana si regala un neo acquisto. Si tratta di Marcello Provenzano attaccante di razza, ex Rende. Farą compagnia al bomber e capo cannoniere P ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 4854  
All'attenzione del Sig. Roberto Saporito...
In riferimento all’articolo del giornalista Roberto Saporito apparso su Acri in rete il giorno 19.12.10 non ho potuto fare a meno di notare il riferimento ad “un certo Francesco Spezzano senatore ne ...
Leggi tutto