NEWS Letto 3738  |    Stampa articolo

Storia di gente comune, la storia degli acresi nelle guerre, il nuovo libro del prof. Scaramuzzo.

Redazione
Foto © Acri In Rete
"Storia di gente comune" è il libro del professore Giuseppe Scaramuzzo, docente in pensione di Storia e Filosofia, che sarà presentato il 30 novembre nell'ambito del premio Nazionale Vincenzo Padula.
Il volume ricostruisce le vicende dei soldati acresi a partire da coloro che hanno prestato soccorso nei luoghi devastati dal terremoto di Reggio Calabria del 1908, a quelli che hanno partecipato alla guerra italo-turca del 1911-12, alla Prima guerra mondiale, alla conquista dell'Etiopia 1935-1936, alla guerra di Spagna 1936-1938, alla Seconda guerra mondiale fino alla Guerra di Liberazione e alla Resistenza.
La storia dei combattenti Acresi è, però, anche la storia dei tanti soldati Calabresi, per lo più pastori e contadini, che spinti dalla disoccupazione e dalla miseria, furono costretti ad arruolarsi volontari e andare a combattere in Etiopia o Spagna, o che, per effetto della chiamata di Leva, furono strappati alle loro povere famiglie e mandati sui vari fronti, dove molti moriranno o saranno gravemente feriti o fatti prigionieri.
Ma la loro storia è anche la testimonianza di quanto importante e grande sia stato il contributo di Acri e della Calabria alla nascita della Repubblica, attraverso i tanti che hanno partecipato alla Guerra di Liberazione e alla Resistenza.
Il libro di grande interesse storico e culturale è stato accolto con grande condivisione da numerosi docenti di storia delle università italiane
"[…] un contributo bello e importante in cui storia locale e storia generale si intrecciano in maniera convincente e fruttuosa. Il lavoro di Scaramuzzo ci riguarda, e molto, come studiosi militanti, nonché come meridionali, ai quali spesso vengono addebitate assenze e contestati mancati appuntamenti con la 'grande' storia. Qui i meridionali di Calabria, i calabresi di Acri, ci sono, eccome! "gente comune" che ha lottato e combattuto, pensando non solo a se stessa, ma sentendosi sempre come parte di un tutto, da difendere e da rendere migliore. Avercene messi a parte, avere riempito di sostanza, informativa e conoscitiva, e di senso, culturale ed etico-politico, è l'indubbio merito del valoroso Autore di questo libro, al quale ci professiamo, pertanto, riconoscenti debitori" (Prof. Guido D'Agostino, Ordinario di storia moderna Università Federico II Napoli);
"[…] la ricerca di Giuseppe Scaramuzzo ha il grande merito di mettere in luce aspetti e avvenimenti poco noti della storia di Acri del Novecento e di contribuire a costruire una più consapevole memoria storica della popolazione. Non mi resta,perciò,che auspicare che siano condotte in tutta Italia ricerche analoghe, così da combattere quella "rivisitazione" corrente della storia del nostro Paese e, peggio ancora, quella dilagante tendenza alla "rimozione della memoria", che stanno mettendo in discussione gli stessi motivi d'appartenenza ad una Patria comune, col risultato di incrinare pericolosamente i legami e il senso di solidarietà tra gli italiani." (Prof. Paolo De Marco Ordinario di storia contemporanea Seconda Università di Napoli).



PUBBLICATO 11/11/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

OPINONE  |  LETTO 4666  
Quel "certo" era rafforzativo positivo.
Purtroppo non ho avuto il piacere e l’onore di conoscere il sen. Francesco Spezzano. Egli morì nel 1976 quando avevo appena 10 anni e per giunta quando ero arrivato da poco ad Acri.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4521  
Gino Trematerra sbarca a Strasburgo.
Giovedì ventitre dicembre. Non è un giorno qualsiasi per Gino Trermaterra, sindaco della città da aprile scorso. Il Senato è chiamato ad approvare la ratificazione per l'assegnazione del seggio supp ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 4413  
Stupore…. ma con auguri di cuore.
Da piccolo invece passavo delle ore a sistemare il fondo con il muschio, trovare il posto migliore per la capanna, lucidare lo specchio per il laghetto, mettere i sassolini e il talco per tracciare ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3640  
L'Fc Calcio Acri campione d’inverno.
Per festeggiare il primo posto ed il Natale, la società silana si regala un neo acquisto. Si tratta di Marcello Provenzano attaccante di razza, ex Rende. Farà compagnia al bomber e capo cannoniere P ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 4854  
All'attenzione del Sig. Roberto Saporito...
In riferimento all’articolo del giornalista Roberto Saporito apparso su Acri in rete il giorno 19.12.10 non ho potuto fare a meno di notare il riferimento ad “un certo Francesco Spezzano senatore ne ...
Leggi tutto