OPINIONE Letto 2807  |    Stampa articolo

L’insostenibile impossibilità di nascere ad Acri.

Roberto Caiaro
Foto © Acri In Rete
Il pranzo è terminato, dopo il dolce viene servita la frutta, e noi cari concittadini stiamo consumando la frutta. Mi rifaccio all'articolo della signora Mauro per dirvi che chi non ha la fortuna di abitare ad Acri, ma ama il proprio paese, è particolarmente attento alle vicende che in esso si susseguono.
Il titolo lascia pensare che ogni riferimento è rivolto all'ospedale ed in realtà lo è ma mi riferisco anche all'impossibilità proprio di vivere ad Acri.
Un paese che non ci consente più di viverlo , quotidianamente c'è qualcuno che si trasferisce altrove, specialmente i giovani, cioè coloro che si devono creare un futuro.
E allora capita che fai un giro su via Tiburtina a Roma e sembra di essere sul corso di Piazza Matteotti ad Acri qualche anno fa, c'è un mare di gente di Acri.
Stessa cosa se giri nei dintorni del Lago di Garda, lì gli acresi sono migliaia.
E' triste ritornare ad Acri nel fine settimana e trovare sempre un'attività chiusa in più, girare su Corso Pertini e non vedere più la gente di una volta. Tanti, ma proprio tanti, sono quelli che si sono trasferiti e che trasferendosi hanno messo su famiglia in altre città; quindi ecco l'insostenibile impossibilità di nascere e vivere ad Acri, a tutto questo aggiungi la questione ospedale e il risultato sarà che ad Acri l'età media crescerà sempre di più e diventerà un paese di soli anziani.
Sembra che tutti abbiano perso la grinta, che tutti sopravvivono alla giornata e anch'io quando ritorno sono invaso da un senso di staticità.
I più ridicoli poi sono alcuni politici, loro dormono, dormono, a volte si svegliano e quando si svegliano non sanno più su quale specchio devono arrampicarsi, l'unica loro attività è quella di scagliarsi contro chi cerca di disturbargli il sonno.
La situazione è davvero critica, acresi riattiviamoci !!!
Non è il momento di scontrarci tra noi, è il momento di combattere insieme, di trovare soluzioni nuove che ci tolgono dal disagio e ci portano al benessere, è il momento di intraprendere nuove strade, in tutti i sensi.
Devo confessarvi che ho fiducia nel nostro sindaco, so che tiene al nostro paese e che sta pensando a qualcosa di nuovo ma a Lui voglio ricordare un episodio di tanti, uno in cui manifestò la sua grinta e cioè quando, insieme ai membri del suo partito, andammo ad occupare la sala della Giunta Comunale perché c'era la preoccupazione di perdere il finanziamento della strada Acri-Cosenza, il racconto di questo episodio affinchè possa ritrovare quella grinta per risolvere sia il problema della chiusura del punto nascita dell'ospedale sia per risollevare l'intero paese.
Il reparto maternità dell'ospedale è un fiore all'occhiello della nostra sanità calabrese, dove opera un team di professionisti di altissima qualità.
Ho avuto modo di apprezzarlo durante la nascita di mio figlio e confrontarlo con realtà estere di elevato livello dove è nata invece mia figlia, ebbene non invidiamo niente ai professionisti esteri se non le loro strutture ed infrastrutture. Approfitto, infatti, per ringraziare pubblicamente tutto lo staff medico e non del punto nascita acrese.
Mi auguro, quindi, che ci sarà un concentramento di forze e non proposte di candidature in periodi non elettorali, che portino a salvaguardare il nostro punto nascita in modo da garantire ancora questo prezioso servizio alla comunità acrese.

PUBBLICATO 04/02/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4379  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3962  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4162  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4330  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3837  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto