POLITICA Letto 3273  |    Stampa articolo

Centomila dollari per la casa del Beato.

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
E' tornato a riunirsi in sessione pomeridiana il consiglio comunale, dopo un inizio di legislatura in cui si era registrata la novità delle riunioni mattutine. Lunedì scorso è iniziato poco dopo le ore 16 ed è andato avanti fino a circa mezzanotte. C'erano da discutere e approvare dodici punti all'ordine del giorno, gran parte dei quali dedicati al bilancio di previsione. In molti casi si è trattato di una discussione al limite del surreale, considerato che si doveva approvare un documento che sta alla base della programmazione annuale dell'amministrazione della città. Farlo a fine giugno significa, in molte circostanze, ratificare quanto è già stato fatto nei primi sei mesi dell'anno. Il documento contabile e annessi è passato con quattordici voti a favore, a fronte dei cinque contrari delle opposizioni.
I numeri sono impietosi, ma nella discussione il centro - destra ha chiaramente mostrato i limiti dell'inesperienza di tanti consiglieri alle prime armi. Centrosinistra all'attacco dell'amministrazione guidata da Gino Trematerra, accusata di essersi limitata all'ordinario e di avere finora deluso le aspettative di un potere contrattuale in grado attrarre fondi. Il sindaco ha replicato elencando le cose fatte nel primo anno; la maggioranza che lo sostiene ha parlato di avvio positivo, pur in presenza di una situazione congiunturale non favorevole. Nel corso della discussione si sono registrate anche delle intemperanze verbali tra consiglieri. L'auspicio è che si sia trattato solo di un fatto episodico e che non si sia ripiombati in certe situazioni che hanno punteggiato la scorsa legislatura.
A inizio seduta sono stati approvati all'unanimità tre ordini del giorno presentati dal sindaco Gino Trematerra e dai consiglieri comunali Maria Cristina Minisci e Pino Capalbo, rispettivamente di condanna delle intenzioni della Lega di spostare al Nord alcuni Ministeri, delle parole del ministro Brunetta sui precari e a favore del salario minimo garantito. E'stata anche approvata all'unanimità la donazione di 100 mila dollari da parte del neo cittadino onorario, James Luigi Ferraro, per il restauro della casa nataledel BeatoAngelo. La consigliera Minisci aveva inoltre proposto di destinare il gettone di presenza dei consiglieri alle politiche culturali. In linea di massima è passato il principio di devolvere comunque a una causa la somma. Si tratta di individuare quale e trovare gli strumenti appropriati.


Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 29-06-2011.

PUBBLICATO 29/06/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4347  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3930  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4134  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4299  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3810  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto