OPINIONE Letto 3021  |    Stampa articolo

Abolizione delle province: roba da scommetterci su!

Luca Adimari
Foto © Acri In Rete
Si certo, lo so, in Parlamento non si fanno combine per truccare partite o corrompere ex calciatori, ma da quello che accade in alcune votazioni parlamentari riscontro una certa familiarità tra quello per cui si indaga a Cremona e ciò che accade nell'aula di Montecitorio a Roma.
Come disse il saggio "il tempo delle vacche grasse è finito", siamo in crisi: gli stipendi diminuisco, le tasse aumentano, non si arriva più alla fine del mese, tantissimi problemi per il cittadino comune sono all'ordine del giorno.
A meno che, capendo la situazione di grossa difficoltà e presi dal senso di responsabilità(che dovrebbe essere d'obbligo visto il ruolo che ricoprono), ci vengano in aiuto i nostri politici indicandoci quotidianamente soluzioni che, secondo loro, potrebbero sollevarci da questa situazione di costante difficoltà.
E una di queste soluzioni, oltre a "ritirare i militari", "federalismo" etc.., lo ricorderete anche voi, è sicuramente "l'abolizione delle Province", le quali, a detta dei nostri politici, sono un'Istituzione Pubblica superflua, che appesantisce gli iter burocratici, dunque da sopprimere. Sono state da loro fornite tante altre buone(secondo loro!) motivazioni, che fanno pensare che se ciò accadesse sicuramente il nostro portafoglio prenderebbe una boccata d'ossigeno.
Sono state fatte campagne elettorali(di destra e di sinistra) incentrate su questa problematica, sembrava essere una delle poche questioni su cui la classe politica andava decisa verso un'unica soluzione. Con tutti gli sforzi del caso, finalmente, Massimo Donadi (IDV) riesce a portare in parlamento , il 5 luglio, un disegno di legge per abolire l'ente provincia.
Allora voi direte:"sarà stato un plebiscito!".
Ebbene, voti contrari 225 (quasi tutto il PDL e la Lega), favorevoli 83 (IDV, Terzo polo) e astenuti 240 (Pd).
Il disegno di legge viene RESPINTO. Ma come?!
Sapete come mi sono sentito? Avete presente quando giocate una scommessa e il portiere della squadra per la quale voi avete puntato,inspiegabilmente, regala sempre palla agli avversari oppure i giocatori al secondo tempo sembrano incapaci di crea un'azione perché qualcuno a fine primo tempo ha messo nel thè del sonnifero per rendere inerme la propria squadra e quindi incassare dei gol. Ecco,per essere elegante, mi sono sentito TRADITO!
Ora io mi chiedo, ma chi è stato a mettere del sonnifero nell'acqua dei parlamentari del PD a tal punto da farli astenere e quindi renderli inermi alla votazione. Ma chi è stato a schiacciare nella testa dei parlamentari del PDL Ctrl-Alt-Canc a tal punto da non far loro ricordare più le promesse fatte in campagna elettorale, ma chi è stato a inserire la "nebbia padana" nella testa dei parlamentari della Lega al punto da far loro dimenticare tutte le belle parole di Pontida.
Ecco ora vi è più chiara l'associazione fatta a inizio articolo.
Alla prossima scommessa o decreto legge, come preferite!

PUBBLICATO 07/07/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4294  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3887  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4084  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4242  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3754  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto