POLITICA Letto 2743  |    Stampa articolo

«Basta con i pubblici proclami».

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Va giù duro il coordinatore cittadino di Italia dei Valori, Angelo Cofone, nei confronti dell’ammini - strazione comunale presieduta da Trematerra. «La giunta Trematerra - è scritto in una nota -, a quasi un anno e mezzo di distanza dal suo insediamento, persiste nel portare avanti una linea politicoamministrativa basata più che altro sui pubblici proclami ». Il riferimento è soprattutto al consuntivo degli interventi e delle relative cifre impegnate, firmato nei giorni scorsi dal primo cittadino.
«Anche in questa circostanza - prosegue il coordinatore cittadino di Italia dei Valori Angelo Cofone -, come per la spinosa questione dell’ospedale cittadino, le cui sorti sono ancora tutte da decifrare e non certo in senso positivo, i nostri amministratori cercano di buttare fumo negli occhi ai propri concittadini descrivendo un quadro della nostra cittadina che non rispecchia affatto la realtà. Ed infatti, mentre le casse comunali piangono, prova ne è il bilancio di previsione appena approvato dal consiglio comunale, si cerca di far passare l’idea che l’attività dell’attuale amministrazione ad oggi sia stata più che positiva. Sono invece sotto gli occhi di tutti - scrive ancora il coordinatore cittadino di Italia dei Valori Cofone - i risultati deludenti di una gestione della cosa pubblica sinora fallimentare: il territorio versa in uno stato di quasi totale abbandono, l’ospedale cittadino si avvia lentamente e inesorabilmente verso un drastico ridimensionamento che provocherà grossi disagi a tutta la comunità; la rete idrica e di depurazione, specie nelle frazioni, versa in condizioni precarie a causa della scarsa manutenzione e della mancanza di lavori di ammodernamento; l’approvazione del nuovo piano strutturale comunale, strumento fondamentale per la crescita economica di ogni amministrazione comunale, è ad oggi una chimera; la mancata adozione di un piano di taglio per le aree boschive ricadenti sul nostro territorio comunale, vero e proprio patrimonio naturale su cui si dovrebbe investire, unitamente alla cronica carenza di controlli da parte dei preposti uffici regionali».
L’amministrazione comunale «continua imperterrita a sbandierare una condizione rosea del nostro territorio che, purtroppo, non trova alcun riscontro nella realtà. L’unico settore sin ora veramente operativo dell’attuale amministrazione comunale è stato senza dubbio quello preposto all’organizzazione di manifestazioni pubbliche, di intrattenimento e di piazza; in questo anno e mezzo di amministrazione siamo stati sicuramente imbattibili su questo piano rendendoci protagonisti finanche con eventi televisivi di risonanza nazionale. Veramente ben poca cosa rispetto alle legittime aspettative che tutta la cittadinanza nutriva all’indomani della elezione a sindaco del senatore Trematerra, non resta che sperare in una inversione di tendenza nella restante parte di consiliatura, dove si dia meno importanza ai pubblici proclami e più ai fatti».


Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 10-07-2011.

PUBBLICATO 11/07/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4295  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3887  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4086  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4243  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3754  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto