SPORT Letto 2941  |    Stampa articolo

Non si placa l'eco della storica vittoria contro il Cosenza

Redazione
Foto © Acri In Rete
Una pagina di storia del calcio acrese è stata scritta, domenica pomeriggio al Comunale di Acri dalla matricola, ammazza grandi, Acri contro la corazzata Nuova Cosenza del duo Patania-Fiore, che con una grande prova di carattere e determinazione è riuscito ad avere la meglio.
Un tempo la formazione acrese veniva utilizzata dal Cosenza, nel giovedì prima della gara, per testare la formazione da far scendere in campo domenica e, invece, ieri la squadra rossonera ha dato una lezione di umiltà e grinta ad una formazione candidata alla vittoria finale.
Acri sportiva aspettava da tempo questo appuntamento e l' entusiasmo dei duemila tifosi accorsi allo stadio ne è la riprova.
Dalla squadra del presidente Scaramuzzo ci si aspettava una prova di carattere dopo la netta sconfitta subita contro il Licata di mister Romano, e così è stato.
A fine gara abbiamo visto molti tifosi gioire per questa bella e storica vittoria con qualche lacrima che solcava i visi di vecchi tifosi.
Il presidente Scaramuzzo anche lui non è riuscito a trattenere le lacrime a fine gara e con la voce tremolante ci ha detto: "Per uno come me che sta nel calcio da una vita, quella di oggi rimarrà una delle giornate più belle che non dimenticherò facilmente. Voglio dedicare questa vittoria a tutti i tifosi - afferma in lacrime -, oggi abbiamo scritto un'altra pagina della nostra storia calcistica. Voglio ringraziare le due tifoserie che hanno dato prova di grande sportività".
Il presidente dell'Fc Calcio Acri analizza la partita mettendo in evidenza i problemi della settimana. "Eravamo senza Sergi, mentre Di Iuri ha giocato eroicamente con un dito lussato e con il gladiatore Deffo in campo con una caviglia fasciata. Non dobbiamo dimenticare che abbiamo disputato tutto il secondo tempo con un uomo in meno. Credo quindi che oggi la squadra abbia giocato una grande partita".
Mister Ferraro sa bene che la sua compagine doveva fronteggiare il Cosenza puntando sul pressing e sulle ripartenze e la formazione messa in campo ha saputo tradurre in gioco gli schemi provati in settimana. Il modulo scelta dal mister reggino è stato un classico 4-4-2 con un centrocampo formato dalla coppia Perrelli e Cavatorti, con il compito di arginare i centrocampisti avversari e ripartire con scambi veloci, puntando sulla velocità degli attaccanti acresi Galantucci e Visciglia.
Dal canto suo Patania ha schierato un Cosenza con un 4-3-1-2, inserendo a centrocampo Fiore, Caputo e Provenzano, sulla linea d'attacco Romano a supporto degli attaccanti Mosciaro e Tedesco.
Ciccio Ferraro ai cronisti afferma: "Abbiamo dovuto ripetere la gara che abbiamo disputato contro il blasonato Messina. Contro questo tipo di formazione, forte in tutti i settori, ma soprattutto in avanti, dovevamo cercare di ridurre al minimo i loro rifornimenti. Fin quando abbiamo giocato undici contro undici, siamo riusciti a ribattere colpo su colpo, poi nella ripresa, una volta rimasti in dieci, abbiamo giocato aspettando gli avversari, cercando di ripartire subito. Purtroppo abbiamo concesso qualche metro in più agli avversari, ma non potevamo far altrimenti trovandoci con un difensore in meno.
Noi dobbiamo ancora crescere, molti atleti ancora non sono in forma, ma presto quando i giocatori saranno sostenuti da condizioni atletiche migliori daremo molte soddisfazioni al nostro bellissimo pubblico,
- ha commentato Ferraro - domenica una grande vittoria l'ha ottenuta il pubblico, e questo mi riempie d'orgoglio. Noi siamo dei privilegiati perché abbiamo la possibilità di giocare con il 12° uomo in campo e questo ci da molta carica. Ora non ci resta che migliorare l'atteggiamento da assumere fuori casa".

PUBBLICATO 27/09/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4379  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3962  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4162  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4330  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3837  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto