POLITICA Letto 3028  |    Stampa articolo

Pd e idv spaccati. In consiglio dialogano con la maggioranza, fuori assumono atteggiamenti diversi

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
In questi ultimi giorni Pd e Idv si sono ricordati di essere forze di opposizione e con dati alla mano hanno attaccato la giunta Trematerra accusandola di immobilismo e incapacità. Il bersaglio delle invettive di democratici e dipietristi è stato, in realtà, il primo cittadino a cui i due partiti fanno notare, tra l'altro, i pochi investimenti e i pochi trasferimenti statali e regionali e, di conseguenza, lo scarso potere contrattuale, che, secondo Pd e Idv, sta portando il comune e la città nel baratro. Fin qui nulla di strano, l'opposizione ha il dovere di vigilare e contraddire chi amministra. Nel merito, quindi, Pd e IdV sono nel giusto ma quello che lascia perplessi è il metodo. Nei giorni scorsi, durante la seduta del consiglio comunale, i rappresentanti di Pd e IdV hanno assunto un comportamento di dialogo e di confronto nei riguardi della maggioranza. A parte Bonacci e Pino Capalbo (Pd), che hanno invitato più volte il sindaco alle dimissioni, i due capigruppo, Cozzolino (Pd) e Minisci (IdV), hanno, invece, elogiato il sindaco Trematerra per il suo impegno nei confronti di questioni importanti come l'ospedale, la viabilità, i servizi, i conti ed i finanziamenti pubblici. Negli interventi dei due consiglieri traspariva un messaggio distensivo e di dialogo costruttivo, ovvero un fare fronte comune per risolvere i problemi. A distanza di sole ventiquattro ore, Pd e Idv attraverso due comunicati stampa dati ai giornali ed apparsi sul web, hanno cambiato idea. Dure critiche, sono partite nei confronti del primo cittadino.
Senza esclusioni di colpi. "Non ci resta che ridere", scrive il Pd, "Sindaco inerme", aggiunge IdV. Tutto ciò, quindi, dopo poche ore dal consiglio comunale in cui, invece, Cozzolino e Minisci hanno disteso la mano alla maggioranza ed al sindaco. Pd e Idv, in palese contraddizione, evitano lo scontro diretto e affidano, poi, le loro accuse ai media. Perché non assumere questo comportamento critico anche in consiglio comunale e, quindi, in pubblico? Perché due prese di posizione diverse a distanza di poche ore? Sembra, dunque, che Pd e IdV portino avanti due linee: quella istituzionale con i capigruppo Cozzolino e Minisci e quella politica con Vaccaro e Cofone, i due segretari, tutt'altro che morbida. Pd e IdV, spaccati, quindi? Sembra di sì anche se sia Cozzolino che Minisci, dopo il loro atteggiamento, non hanno preso le distanze dai comunicati diffusi dalle segreterie e ciò vuol dire, quindi, che li condividono. Un comportamento che lascia perplesso anche la maggioranza e soprattutto il sindaco Trematerra che più volte ha chiesto il contributo delle opposizioni per la risoluzione dei problemi. Il primo cittadino si trova, invece, di fronte due posizioni e non è escluso che nei prossimi giorni chiederà direttamente a Cozzolino e Minisci se sostengono o meno quanto dicono i due segretari. Per fare chiarezza circa i due capigruppo che in consiglio dialogano con la maggioranza mentre fuori dall'aula assumono tutt'altri atteggiamenti.

PUBBLICATO 10/10/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4323  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3913  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4111  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4269  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3785  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto