SPORT Letto 3537  |    Stampa articolo

Fc Acri - Adrano: 1 - 0

Marcello Gencarelli
Foto © Acri In Rete
Fc Calcio Acri (4-3-1-2): Mauro; Mancino, Deffo, Bilotta (30' st Sergi), Martucci, ; Foderaro (18' st Cavatorti), Perrelli, Filidoro, ; Berlingieri; Galantucci, Visciglia (21' st Domanico) . In panchina: Turco, Bonomo, Filippo, Viteritti All. Francesco Ferraro

Adrano (4-3-2-1): Linguaglossa 6; Fichera 6, Scalia 6,5, Orefice 6, Montella 6 (39' st Bruno sv); Arcidiacono 6, Arena 6,5, Marletta 5,5 (18' st Torcidia 6); Aleo 5,5 (1' st Caputa 6), Santangelo 5,5; Pasca 5,5. In panchina: Mancari, Cristaldi, Pagano, Cunsolo. All. Pippo Strano 6

Marcatori
: 29' pt Visciglia
Arbitro: Guido Buonocore di Nola 5,5 (Maione e Iannucci di Nola)
Note: Spettatori 2500 circa, di cui venti giunti da Adrano. Ammoniti: Visciglia (Ac), Orefice (Ad), Pasca (Ad). Angoli 6-5 per l'Acri. Recupero: pt 1', st 4'. Prima dell'inizio della partita è stato osservato un minuto di raccoglimento per la tragica scomparsa del motociclista Marco Simoncelli.

Acri - Quinta vittoria consecutiva e primo posto in classifica. Questo quanto regala l'ottava giornata di campionato di serie d per la Fc Calcio Acri. Una gara, quella con l'Adrano, attesa per tutta la settimana, all'indomani della vittoria esterna sul Cittanova. Per Visciglia e soci, si presentava la possibilità di battere e sorpassare in classifica l'undici di Pippo Strano e alla fine cosi è stato. Circa 2500 le presenze al "Pasquale Castrovillari". Gente giunta da ogni parte della provincia per assistere alla gara di cartello, tra due matricole di un campionato molto avvincente ed equilibrato.
Alla fine, il pubblico giunto al "Castrovillari" non è rimasto certo deluso, le due compagini hanno sciorinato una buona prova. Un Acri più determinato nel primo tempo dove trova il gol e va vicino al raddoppio. Nella ripresa i locali reclamano un penalty, sbagliano qualche giocata e soffrono nei minuti finali quando l'Adrano cerca la via del gol. Del resto la difesa locale e il centrocampo reggono bene. Capitan Perrelli ha un bel da fare, cosi come Deffo e Bilotta. Alla fine Mauro non corre comunque grossi rischi.
Mister Ferraro conferma il modulo 4-3-1-2. In difesa Deffo e Bilotta centrali, con Martucci a destra e Mancino a sinistra. A centrocampo Perrelli centrale con Foderaro e Filidoro esterni. In attacco, Ferraro pone Berlingeri più arretrati e conferma Galantucci, cambiando rispetto a Cittanova l'inserimento di Visciglia, mandando invece in panchina Sergi.
Dall'altra parte mister Strano risponde con un 4-3-2-1. Difesa arcigna con Capitan Scalia e Orefice centrali, Montella e Fichera esterni. A centrocampo Arcidiacono, Marletta ed Arena. Unica punta Pasca con Aleo e Santangelo più arretrati.
Primissimi minuti di stasi tra le due squadre, poi al 15' il pubblico grida al gol. Visciglia serve Foderaro che, al limite dell'area, si gira chiamando in causa l'estremo difensore che si distende e devia la palla in angolo. Qualche minuto dopo è Mauro ad opporsi su una conclusione di Aleo, mentre al 21' prima Visciglia impegna il portiere, poi su assist di Filidoro lo stesso attaccante non aggancia sotto porta. Al 29' su angolo di Foderaro capitan Scalia interviene in area con un braccio, l'arbitro fa proseguire e, sugli sviluppi dell'azione, su assist di Foderaro, Visciglia di testa insacca.
Nella ripresa, dopo sette minuti Berlingeri chiama all'intervento Linguaglossa mentre al 16' ci prova Arena dalla lunga distanza con una conclusione che finisce alta. Intanto mister Ferraro inserisce Cavatorti al posto di Foderaro e Domanico per Visciglia (reduce di un colpo allo stomaco).
Al 21' su conclusione di Arcidiacono, Mauro blocca, mentre due minuti dopo, scambio Galantucci Cavatorti con la sfera che termina a lato. L'Acri reclama il penalty al 25' per un fallo in area di Scalia su Galantucci lanciato a rete. Nei minuti finali qualche crampo per capitan Perrelli che comunque resiste sino alla fine, quando il direttore di gara emette il triplice fischio finale con le due squadre che ricevono gli applausi di entrambe le tifoserie e con il pubblico acrese che grida forte "la capolista se ne va" e " vogliamo l'Acri in serie C".
DEDICA. La squadra dell'Acri ha tenuto a dedicare la vittoria al presidente Vincenzo Scaramuzzo che nella giornata di sabato ha festeggiato il suo compleanno.


INTERVISTE.
Arriva per primo, in sala stampa, l'allenatore ospite Pippo Strano.
"Una buona gara tra due squadre che non hanno l'assillo di primeggiare - queste le sue prime parole - Una gara equilibrata decisa da un gol venuto fuori da un nostro errore. Forse per il gioco espresso in campo, il pari sarebbe stato il risultato più giusto ma, merito all'Acri per questo successo. Noi in genere - ha aggiunto - scusatemi per la presunzione ma, rispetto a quanto visto oggi, riusciamo a fare anche di meglio. Onore all'Acri che non ci ha permesso di esprimerci al meglio"
Capitan Perrelli getta acqua sul fuoco ma non nasconde la gioia per il primo posto conquistato.
"Non dobbiamo giocare guardando la classifica. Siamo una buona squadra che anche contro l'Adrano ha dimostrato la sua forza. Abbiamo meritato i tre punti e credo che oggi, tra tutte quelle affrontate, l'Adrano, forse insieme alla Battipagliese, sia la migliore"
Sulla stessa lunghezza d'onda il tecnico Ferraro.
"Voglio sottolineare i meriti di quest'Adrano che in sette partite non aveva mai perso. Sulla sostituzione di Foderaro - ha spiegato ai cronisti - nel momento in cui vedevo che la squadra stava soffrendo in mezzo al campo avevo la necessità di inserire Cavatorti, non potendo toccare gli under, tra Foderaro e Perrelli, ho scelto di togliere Foderaro, anche perchè da Perrelli non avevo avuto alcun accenno sulla sua condizione fisica" Sul primo posto conquistato e sulla forza dell'Acri il mister non si sbilancia.
"La nostra è una squadra che deve dare sempre il massimo. Per ora è un buon gruppo e, credo che col tempo e con l'impegno potrà diventare anche una grande squadra, Sono contento perchè l'Acri è tornato primo in classifica a distanza di qualche anno. Il nostro orgoglio è quello di aver dato una dignità sportiva a questa città . Noi dobbiamo essere si razionali ma che la gente sogni credo sia una gran bella cosa".
In sala stampa anche l'autore del gol partita Visciglia. In settimana l'atleta ha parlato si era incontrato con il dg Battaglia e con lo stesso Ferraro.
"Un gol che dedico alla gente di Acri che mi ha voluto in squadra. Una rete in rossonero che sognavo da dodici anni. In settimana ho parlato con la dirigenza, ho fatto presente che quando un giocatore è considerato importante deve disporre dello spazio e della visibilità giusta per potersi esprimere e dare il meglio, altrimenti non è più un giocatore importante".










































































Foto: Filippo Gradilone.



PUBBLICATO 24/10/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4377  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3959  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4160  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4327  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3835  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto