POLITICA Letto 2342  |    Stampa articolo

Il PD replica a Conocchia. La sconfitta del 2010 e’ figlia di tante cause

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Resta alto il dibattito politico all'interno del centro sinistra e nel Pd in particolare. Tra i democratici c'è tanta voglia di ricominciare a fare sul serio. La conferma arriva dalla segretaria del Pd che in una nota indica il percorso da fare non senza accenni polemici nei confronti di chi è intervenuto nei giorni scorsi; "riteniamo - si legge in una nota - che l'avvio di un percorso unitario per la costruzione di un nuovo centro-sinistra non possa non trarre le sue origini da una analisi obiettiva e non parziale della sconfitta elettorale del 2010 e del contesto istituzionale in cui essa è maturata. Rifuggiamo, dunque, da coloro che intendono strumentalmente fornire chiavi di lettura finalizzate ad individuare nel Pd, e nella sua classe dirigente, le responsabilità della passata sconfitta amministrativa, esonerando, per ragioni evidentemente note, da qualsiasi addebito, colui e coloro che di quella esperienza, e di quella sconfitta, sono stati gli indiscussi protagonisti.
Secondo taluni candidati alle ultime elezioni regionali nell'Api, oggi stabilmente nel terzo polo, precursori di quell'alleanza perversa e folle con il centro, che il Pd nel 2010 aspirava a realizzare a livello locale e regionale in linea con la politica nazionale di Bersani, le faide e le divisioni, interne al Pd, la celebrazione delle primarie di coalizione per la scelta del candidato a sindaco, avrebbero determinato il crollo del centro sinistra. Non può esserci valutazione più sbagliata, perché le ultime elezioni hanno registrato un dato importante, ovvero l'impegno appassionato di giovani, uomini e donne candidati al consiglio comunale e di tutta la classe dirigente democratica, che ha fatto si che il Pd si riconfermasse primo partito ad Acri. Da questo dato si può e si deve ripartire.
Le ragioni della sconfitta, dunque, vanno ricercate altrove, nella vittoria del centro destra alla Regione, nel presunto potere contrattuale del sindaco attuale, nella contraddittorietà della passata amministrazione comunale, fatta di luce e ombre, nella frammentarietà del centro sinistra di allora, nella corsa solitaria di altri soggetti politici come IDV, nella incapacità di coniugare la pur legittima esigenza di rappresentatività di alcuni partiti con quella indispensabile di stabilità quando come nel 2005 si è chiamati ad assumere funzioni di governo. Oggi riteniamo, però, necessario andare oltre, condividendo la necessità da molti auspicata di intraprendere un nuovo cammino che ci consenta di riaprire il dialogo ed il confronto con la società e con tutte quelle forze politiche che intendono elaborare un nuovo programma di governo, realmente condiviso, sul quale costruire una alternativa nell'interesse esclusivo della nostra città e proprio attraverso la celebrazione dei congressi, secondo il Principio Democratico "una testa un voto", siamo convinti di favorire nel rispetto e con il contributo di tutti, quel ricambio generazionale che molti vorrebbero realizzare e che, siamo certi, ci consentirà in futuro di non depauperare quel patrimonio che il Pd ha consolidato sin dalla sua nascita
."

PUBBLICATO 31/10/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4326  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3917  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4116  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 4275  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3788  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto