NEWS Letto 2582  |    Stampa articolo

Il sindaco Trematerra sul premio Padula

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Cala il sipario sulla quinta edizione del Premio Padula, ed il sindaco Trematerra trae le conclusioni. "A nome della giunta, dell'amministrazione comunale e della città, esprimo soddisfazione per i contenuti, per gli ospiti e per l'ottimo lavoro sinergico portato avanti dal comune e dalla Fondazione Padula, presieduta dal prof. Cristofaro. Sono stati tre giorni intensi che hanno visto una massiccia partecipazione di intellettuali e semplici cittadini provenienti da ogni angolo della regione ma, soprattutto, ha visto coinvolti gli studenti di tutte le scuole. Il premio letterario Padula è oramai un evento che si è ritagliato uno spazio rilevante all'interno degli appuntamenti culturali della regione dell'Italia intera.
I vari Vecchioni, Moretti, Castellina e De Bortoli hanno arricchito un appuntamento che ha messo al centro dell'attenzione i giovani e la lettura. Il premio è oramai sinonimo di qualità e quantità, attrattore di intellettuali, di una platea sempre più numerosa ma soprattutto stimolo culturale per i più giovani. Ma è anche una sfida verso noi stessi per liberare nuove progetti, aprire veri percorsi di partecipazione che vadano oltre i confini locali. Una sfida ancora aperta ma sicuramente vincente come dimostrano gli attestati di stima e la partecipazione dei cittadini. Gli obiettivi e le finalità del comune, assessorato alla cultura, e della Fondazione sono pienamente raggiunti ma occorre proseguire su questa strada, puntare sempre più ad una collaborazione tra tutti i soggetti, favorire una contaminazione tra conoscenze, esperienze, generazioni diverse, in modo anche da attrarre nuove professionalità dall'esterno, che possano conoscere a dare lustro alla nostra città ed unirsi a tutte le straordinarie risorse umane e creative di cui dispone Acri. Il premio, quindi, non deve essere un punto di arrivo ma un punto di partenza, da qui occorre parlare alle nuove generazioni, stimolarle e sensibilizzarle verso il mondo della lettura e del sapere che possono rappresentare anche un volano per lo sviluppo sociale di un territorio. Quando abbiamo deciso di riconfermare il prof. Cristofaro alla carica di presidente della Fondazione
, conclude Trematerra, non abbiamo tenuto conto delle appartenenze politiche bensì del lavoro svolto e delle capacità e competenze ed il successo anche di questa quinta edizione ha dimostrato che abbiamo fatto un'ottima scelta."

PUBBLICATO 14/11/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 3718  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3337  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3393  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3692  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3115  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto