NEWS Letto 2886  |    Stampa articolo

Morta la donna rapinata

Piero Cirino
Foto © Acri In Rete
Non ce l’ha fatta Maria Cofone, la donna di 83 anni che aveva subito lo scorso 12 novembre un tentativo di rapina nella propria abitazione. Viveva da sola, essendo rimasta vedova da qualche anno e non avendo figli. Aveva dei nipoti, che vivono nella popolosa comunità di Là Mucone, a una decina di chilometri dal centro cittadino. Lei invece risiedeva nel centro storico, via Filippo Greco, vico II, a pochi metri di distanza dai locali che ospitano l’ex Saub. Nel pomeriggio del 12 novembre, Maria Cofone aprì la porta della sua abitazione dopo che era stato suonato il campanello. Immediatamente un uomo, con il volto travisato, le tappa la bocca e la porta in cucina.
Lei reagisce, urla, si divincola e riesce, sia pure di poco ad alzare il passamontagna che l’aggressore portava in testa. Lui la spinge fino a farla cadere, prima sulla sedia quindi a terra, dove urta con la mascella destra. Tanto basta a mettere in fuga l’uomo, che non porterà via neanche la somma di qualche centinaio di euro che la donna aveva in borsa. Le grida della donna hanno attirato fin da subito l’attenzione dei vicini, che l’hanno raggiunta e soccorsa. Portata in ospedale, viene sottoposta alle cure del caso e dimissioni quasi immediate. In serata raggiunge la locale stazione dei Carabinieri per firmare la relativa denuncia e fornire qualche elemento che potesse essere utile a identificare l’aggressore: giovane, tra venti e trent’anni, alto e magro, ma nulla più, anche in considerazione dello stato di comprensibile agitazione in cui versava. A distanza di qualche giorno, quando fu presa in custodia dai nipoti perché da sola proprio non poteva stare, incomincia ad accusare dei malesseri, pare a causa di un ematoma al cervello che l'ha portata fino alcomae alla morte, sopraggiunta ieri mattina. Le indagini per conto della Procura della Repubblica di Cosenza sono state affidate al pm Giuseppe Cozzolino.
Sul corpo della donna è stata disposta l’autopsia, anche per capire se il decesso sia direttamente riconducibile al tentativo di rapina subito quella maledetta sera.


Fonte: "Il Quotidiano della Calabria" del 24-11-2011.

PUBBLICATO 25/11/2011

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 3718  
Approvato l’assestamento di bilancio ma l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco
L’assestamento di bilancio va in aula per la sua approvazione ed alla fine lo vota solo la maggioranza, ovvero Pdl, Udc e Psi, contrari IdV e Pd. Sull’argomento ha relazionato l’assessore al ramo, A ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3338  
Valle Grecanica - Fc Acri: 1 - 1
Nemmeno oggi per la Valle Grecanica è arrivata la vittoria che manca addirittura da dieci giornate ma contro la capolista Acri non si poteva fare di più. Nel derby calabrese la ruota si ferma sul pa ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3393  
Consumo di alcol in aumento
A Palazzo Sanseverino-Falcone, convegno sui giovani e le dipendenze organizzato dal Comune. In molti fanno uso di cannabis, ma c’è un netto distacco dalle droghe “pesanti”
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3692  
Prove d’evacuazione a scuola
L'istituto Comprensivo di Là Mucone era una delle quattro scuole pilota della provincia di Cosenza, scelte dalla Prefettura, per la prova di evacuazione degli studenti dal proprio edificio scolastic ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3115  
Dimensionamento scolastico, protesta anche Là Mucone
Dopo San Giacomo, anche Là Mucone protesta per la delibera di giunta con la quale si dispone il dimensionamento scolastico sul territorio comunale.
Leggi tutto