OPINIONE Letto 3630  |    Stampa articolo

Acri 2.0 l’etica del glocal per crescere

Gianni Capalbo
Foto © Acri In Rete
Le recenti primarie locali del PD hanno rivelato la chiusura dell’attuale classe politica al rinnovamento.
Il dibattito che ne è nato ha sottolineato la scarsa proposta innovativa di soluzioni, idee, atteggiamenti e linguaggi che possano trascinare la nostra comunità fuori dalle secche del declino oramai evidente.
Di fronte ad un’emorragia migratoria mai arrestatasi, alla mancanza cronica di lavoro, di prospettive e di soluzioni per crescere siamo stati costretti ad assistere ad un bizantino confronto d’altri tempi.
Gli unici temi sono stati l’eventuale tornaconto personale, la denigrazione dell’avversario, il “contentino” di convenienza, la politica del “tiriamo a campare”.
Questa vecchia classe politica (vecchia più per le idee e il linguaggio che per una questione squisitamente anagrafica) ha dimostrato una drammatica mancanza di progettualità, preferendo privilegiare un dibattito politico miope focalizzato su come distribuire la poca ricchezza rimasta piuttosto che qualificarsi proponendo idee per creare nuova ricchezza.
Emblematico infine è stato il diniego e la conseguente strumentalizzazione della domanda di partecipare alle primarie di quei giovani migranti che ne avevano fatto richiesta. Sarebbe bastato estendere il sistema di voto anche al web e il problema si sarebbe risolto in un pomeriggio.
Se questa politica non è neanche in grado di far votare un centinaio di migranti come potrà mai offrire una prospettiva alle migliaia di acresi sparsi nel mondo che aspettano l’opportunità e le condizioni per rientrare alla terra natìa?
Raccolgo quindi la sfida democratica presentandomi e proponendo un progetto alla cittadinanza.
Con un gruppo crescente di “ricostruttori” abbiamo creato in ottobre un laboratorio di idee (www.labellacri.it) partendo dal sogno di un paese migliore dal respiro europeo, consapevole delle proprie potenzialità, fondato sulle proprie ricchezze e sui propri valori, dove sia possibile creare sviluppo e trovare lavoro, dove il merito è premiato, dove il bello è un valore aggiunto, dove l’onesta è condicio sine qua non!
Il faticoso brainstorming che ne è nato ha prodotto un progetto che sottoponiamo ora al giudizio della comunità: L’ETICA del GLOCAL.
Un’etica che sia non un semplice elenco di norme da usare contro un avversario politico ma una sigla che parla di un disegno ben preciso per realizzare la nostra priorità assoluta, l’obiettivo dell’intera proposta: il lavoro.
LAVORO = Ecosostenibilità, Turismo, Internazionalizzazione, Cultura, Agroalimentare.
Molto semplicemente immaginiamo una proposta per il governo della città che possa creare un ambiente fertile per una nuova economia di sistema. Il meccanismo da innescare è di intercettare ed attrarre investimenti internazionali e turismo europeo qualificato capace di apprezzare (e pagare appropriatamente) la straordinaria qualità e varietà dei nostri gioielli agroalimentari, paesaggistici e culturali. Proponiamo di convogliare nuove energie imprenditoriali per le molteplici opportunità di e-commerce, delocalizzazioni, start-up d’impesa giovanile di cui l’Europa è ricca.
Nel corso della campagna elettorale proporremo alcune best practices di governo cittadino già sperimentate con successo in giro per l’Europa: il Globale nel Locale (glocal).
Non abbiamo partiti alle spalle. Il sottoscritto si ispira all’agenda Monti, alcuni di noi sostengono la causa ambientalista, altri sono simpatizzanti dei temi grillini, uniamo con la forza delle idee gente di sinistra, moderati delusi, ex amministratori che hanno dato prova di comprovate capacità di gestione.
Non siamo interessati alle etichette ma guardiamo con sincero interesse i contenuti, la reale volontà di cambiamento, il futuro.
Questo è il nostro primo contributo.

PUBBLICATO 21/12/2012

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

SPORT  |  LETTO 3783  
Riolo: combatteremo fino all'ultima giornata
Il successo di domenica scorsa sulla Silana ha permesso agli uomini di Marco Colle di cancellare le due ultime sconfitte (con Rende e Roccella), mantenere inalterato il distacco dalla capolista Gioi ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4017  
Ospedale e tribunale nell’ultimo consiglio comunale dell’anno
L’ordine del giorno prevedeva solo la chiusura del tribunale e dell’ufficio del giudice di pace. Gran parte della discussione del consiglio comunale è stata imperniata, invece, sulla vicenda legata ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3738  
Concerti da non perdere, al palazzo Falcone
Giovedì 3 gennaio si esibirà il "Trio Marsili" con violino, violoncello e pianoforte. Venerdì 4 gennaio alle 18.30 e' prevista l'ultima serata con l'esibizione di un duo, sax e pi ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 3775  
1 edizione della gimkana "Città di Acri"
Ritorna l’atteso evento. Sicuramente i tanti appassionati ricorderanno gimkane che un tempo si correvano per le strade del nostro comune.
Questa mattina, con inizio alle ore 8.30 presso Pi ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 4974  
Ospedale Beato Angelo – La capacità di prendere atto di un risultato
In realtà di cose da dire, in merito all’attività locale, ce ne sarebbero state parecchie, ma mi piace pensare che stia volgendo al termine l’epoca delle lagnanze fini a se stesse e soprattutto qu ...
Leggi tutto