COMUNICATO STAMPA Letto 2750  |    Stampa articolo

Comunicato stampa Lions Acri.

Francaesco Paolo Pancaro
Foto © Acri In Rete
Durante il periodo natalizio il Lions Club di Acri ha voluto convogliare le sue energie verso attività che ricordino il vero spirito del Natale, quello di offrire, con il semplice stare insieme e condividere tradizioni, un momento di gioia e di serenità alle persone che non hanno la possibilità di provarne tanti.
Tutto ciò si è concretizzato attraverso i services 'Cena per i poveri' e 'Un sorriso per un bambino'.
La Cena per i poveri è stata organizzata presso il Convento dei Cappuccini di Acri. Qui i Lions, affiancati dalle figure caritatevoli dei cappuccini, hanno ospitato immigrati, anziani e giovani del luogo. L'atmosfera festiva del Natale è stata la cornice ideale per adornare un quadro dipinto dal calore umano, simboleggiato da pietanze e bevande, che sono state servite dagli stessi Lions, che hanno cercato di offrire un sorriso e il tepore ideale che qualsiasi persona cerca quando si vive un momento conviviale, soprattutto chi è solo o lontano dalle proprie famiglie e con difficoltà quotidiane.
Ogni anno i Lions invitano i bambini appartenenti a famiglie disagiate a scrivere una lettera a Babbo Natale. Attraverso il service 'Un sorriso per un bambino' si è voluto scoprire i desideri dei bambini per potere avere la possibilità di avverarli attraverso un dono. Un contributo importante per la realizzazione del service è stato dato dalla Banca Credito Cooperativo Medio Crati di Acri.
La vera scoperta e sorpresa, però, ancora una volta, sono i bambini a regalarla agli adulti. Leggendo le lettere ed i desideri di questi bambini, che non sempre riescono ad avere le cose che desiderano, si svela agli occhi adulti un mondo fatto di piccoli sogni, o meglio, di grandi sogni realizzabili attraverso cose per noi banali ed insignificanti. È il caso di un bambino che ha chiesto a Babbo Natale un semplice diario. Questo è un angolo 'rosa' che crea un varco in un mondo ingrigito dal consumismo, che avvolge e divora, facendo dimenticare a tutti, piccoli e grandi, che la felicità la si riscopre veramente nelle cose semplici, basta che siano avvolte dal calore umano e dal desiderio di ritrovare il vero spirito del Natale.

PUBBLICATO 27/01/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4662  
Incontro di fine anno con il sindaco Trematerra.
E' un Gino Trematerra, gasato, soddisfatto ed orgoglioso, quello che si presenta ad Acri Tv (l’intervista andrà in onda stasera alle 21,30 e domani in replica alle 14, ma sarà visibile anche sul sit ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3850  
Ospedale a rischio.
Le frasi pronunciate in conferenza stampa, sul futuro degli ospedali di montagna, dal presidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti due giorni fa rappresentano per la comunità acrese un'aute ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3416  
Tempo di bilanci per il PDL di Acri.
Siamo ormai giunti alla fine di quest'anno, il 2010, ed anche il PdL locale tira le somme di quanto realizzato. Soddisfatti i vertici del partito per quanto realizzato finora.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4102  
Comunita’ montana destra crati. Approvato il bilancio, salvi gli stipendi.
Finalmente, esclamo i dipendenti. Solo loro, però, perché la seduta di ieri, dopo vari rinvii, era stata convocata apposta per discutere dell'importante documento senza l'approvazione del quale eran ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 4412  
Il giorno del coraggio.
Attorno a noi tanta apparente dolcezza, tanto facile sentimento, emozioni anche belle ma tanto pervasive quanto superficiali: in realtà la festa del Natale è cristianamente "dura" perché tocca, per ...
Leggi tutto