POLITICA Letto 4430  |    Stampa articolo

Incontro di fine anno con il sindaco Trematerra.

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
E' un Gino Trematerra, gasato, soddisfatto ed orgoglioso, quello che si presenta ad Acri Tv (l’intervista andrà in onda stasera alle 21,30 e domani in replica alle 14, ma sarà visibile anche sul sito acrinrete.info). Soddisfatto per i primi nove mesi di governo, orgoglioso per i recenti risultati personali. Approfittando degli auguri di fine ed inizio anno, il neo europarlamentare, in poco più di mezz’ora, ha affrontato questioni amministrative e politiche, senza mai citare e criticare gli avversari ma solo sottolineando l’ottimo momento dell’Udc e l’impegno per far bene.
Nel 2010 il partito di Casini ha fatto incetta di voti e di nomine; la larga conquista del comune, la nomina del figlio Michele nella giunta regionale, quella del sindaco a segretario regionale e di recente al parlamento europeo. “Evidentemente, dice il primo cittadino, la gente ha capito che l’Udc lavora per i bisogni della gente, indipendentemente da chi propone le leggi e questo atteggiamento ci premia anche in termini di consensi.
Poi aggiunge; “in Calabria l’accordo è con Scopelliti e non con il Pdl ma tengo a precisare che, a livello nazionale, più di una volta abbiamo votato decreti elaborati dallo stesso Pdl pur non essere presenti nel governo, ciò significa che non vogliamo poltrone ma il bene dell’Italia.”
Sul Partito della Nazione dice; “vorremmo costruire un nuovo progetto politico che pensi di più alle famiglie e punti a cambiare la legge elettorale, cercheremo di farlo con chi lo desidera.” Quindi le cose fatte e i progetti futuri, ammettendo che mai in questi nove mesi si è pentito di essersi candidato alla guida della città. “Termineremo il palazzetto e la caserma dei carabinieri, adegueremo a norma gli edifici e le chiese, realizzeremo nuove reti idriche e fognarie, ci batteremo contro l’evasione, valorizzeremo le frazioni con nuove opere, approveremo il Psc, punteremo sulle energie rinnovabili e sulle isole ecologiche.”
Poi il riferimento all’ospedale; “non ho alzato la voce e non mi sono preoccupato più di tanto di chi ha strumentalizzato e lanciato invettive perché sapevo che Scopelliti avrebbe difeso anche la nostra struttura. Ora tocca al personale del Beato Angelo dimostrare qualità e quantità al fine di arrivare a marzo 2012 con le carte in regola.
Ed, infine, la questione che appassiona l’intera città e non solo; che farà Trematerra? Sceglierà la poltrona di sindaco o quella di Strasburgo? Sorride e dice; “l’elezione a sindaco ha comportato un dispendio di energie e mi ha provocato forti emozioni, più di Strasburgo, vorrei, quindi continuare a servire la mia città. Stando a quanto riferitomi dagli organi del Ppe, non ci sarebbe incompatibilità tra le due cariche ma aspetterò di conoscere la verità prima di prendere ogni decisione e, comunque, chi aspira alla poltrona di sindaco non si faccia illusioni, non ho nessuna intenzione di mollarla.




PUBBLICATO 31/12/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4429  
Incontro di fine anno con il sindaco Trematerra.
E' un Gino Trematerra, gasato, soddisfatto ed orgoglioso, quello che si presenta ad Acri Tv (l’intervista andrà in onda stasera alle 21,30 e domani in replica alle 14, ma sarà visibile anche sul sit ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3632  
Ospedale a rischio.
Le frasi pronunciate in conferenza stampa, sul futuro degli ospedali di montagna, dal presidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti due giorni fa rappresentano per la comunità acrese un'aute ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3182  
Tempo di bilanci per il PDL di Acri.
Siamo ormai giunti alla fine di quest'anno, il 2010, ed anche il PdL locale tira le somme di quanto realizzato. Soddisfatti i vertici del partito per quanto realizzato finora.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3871  
Comunita’ montana destra crati. Approvato il bilancio, salvi gli stipendi.
Finalmente, esclamo i dipendenti. Solo loro, però, perché la seduta di ieri, dopo vari rinvii, era stata convocata apposta per discutere dell'importante documento senza l'approvazione del quale eran ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 4188  
Il giorno del coraggio.
Attorno a noi tanta apparente dolcezza, tanto facile sentimento, emozioni anche belle ma tanto pervasive quanto superficiali: in realtà la festa del Natale è cristianamente "dura" perché tocca, per ...
Leggi tutto