LETTERA Letto 3188  |    Stampa articolo

Precisazioni da parte del presidente del consiglio.

Giuseppe Straface
Foto © Acri In Rete
Superato l’iniziale stupore nel leggere le insinuazioni del consigliere Pino Capalbo ho deciso di intervenire per rassicurare su un paio di questioni il consigliere stesso, tutto il consiglio comunale e i cittadini, cercando di fare un po’ di chiarezza.
Innanzitutto voglio subito rasserenare tutti sulla conoscenza del regolamento del consiglio comunale da parte del sottoscritto. Conosco bene gli articoli 11 e 12 del suddetto e se è vero che ai consiglieri comunali è concessa la partecipazione a qualsiasi commissione, è altrettanto vero che il diritto di voto è concesso esclusivamente ai membri della commissione in svolgimento.
L’avvenimento a cui si riferisce il consigliere Capalbo è quella della PRIMA convocazione delle commissioni, che spetta al Presidente del Consiglio, e il cui UNICO PUNTO all’ordine del giorno è l’elezione del Presidente delle stesse commissioni. Dunque la particolare seduta della commissione Bilancio, come le altre, consisteva sostanzialmente in una votazione. Mi sono permesso quindi di chiedere, all’atto della votazione, ai consiglieri non facente parte della commissione di allontanarsi dai banchi per avere una maggiore chiarezza e linearità nello svolgimento delle operazioni, che a volte purtroppo viene messa a rischio da battibecchi tra consiglieri.
Eviterei pertanto la demagogia ed affermazioni “surreali” come: “il presidente del consiglio non permette ai consiglieri di partecipare alle commissioni” perché si rischiano brutte figure con affermazioni totalmente infondate. Inoltre è anche superfluo ricordare che tutti i consiglieri avranno modo di esprimere le loro opinioni nelle successive commissioni che verranno puntualmente convocate dai rispettivi Presidenti eletti.
Il secondo punto (che è quello politico e forse più importante), su cui voglio tranquillizzare tutti, è l’unità di intenti tra maggioranza e Sindaco (cosa a cui forse il consigliere non è abituato) nel cercare di migliorare le condizioni della nostra città. Si cerca di farlo coinvolgendo il più possibile tutte le forze politiche e sociali presenti sul nostro territorio, evitando il muro contro muro degli ultimi anni, finchè è possibile. Certo sempre nel rispetto dei ruoli che le elezioni ci hanno assegnato.
Mi auguro dunque che gli equivoci siano stati risolti e che nei prossimi cinque anni si possa lavorare tutti con maggiore serenità.

PUBBLICATO 02/07/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4628  
Incontro di fine anno con il sindaco Trematerra.
E' un Gino Trematerra, gasato, soddisfatto ed orgoglioso, quello che si presenta ad Acri Tv (l’intervista andrà in onda stasera alle 21,30 e domani in replica alle 14, ma sarà visibile anche sul sit ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3818  
Ospedale a rischio.
Le frasi pronunciate in conferenza stampa, sul futuro degli ospedali di montagna, dal presidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti due giorni fa rappresentano per la comunità acrese un'aute ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3382  
Tempo di bilanci per il PDL di Acri.
Siamo ormai giunti alla fine di quest'anno, il 2010, ed anche il PdL locale tira le somme di quanto realizzato. Soddisfatti i vertici del partito per quanto realizzato finora.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4067  
Comunita’ montana destra crati. Approvato il bilancio, salvi gli stipendi.
Finalmente, esclamo i dipendenti. Solo loro, però, perché la seduta di ieri, dopo vari rinvii, era stata convocata apposta per discutere dell'importante documento senza l'approvazione del quale eran ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 4387  
Il giorno del coraggio.
Attorno a noi tanta apparente dolcezza, tanto facile sentimento, emozioni anche belle ma tanto pervasive quanto superficiali: in realtà la festa del Natale è cristianamente "dura" perché tocca, per ...
Leggi tutto