SPORT Letto 3426  |    Stampa articolo

Pensare in grande non vuol dire sentirsi grandi

Manes Loris
Foto © Acri In Rete
Io sottoscritto prof. Manes Loris, Presidente fondatore e allenatore dell'ASD Rugby Acri , in merito alle parole suscitate dopo l'uscita dell'articolo inserito dall'amico Antonio Le Pera in data 16/09/10. Innanzitutto devo ringraziare l'amico Le Pera per aver preso le parti dell'associazione , ma ritengo che certe parole scritte come: mancanza di disponibilità, ignorate e ignorare non siano del tutto vere . Venendo a conoscenza dell'articolo, prima della pubblicazione , ho discusso e ho reso partecipe i miei "amici" sul excursus dell'ASD Rugby Acri . Gli avevo detto che ,alla fine di luglio avevo presentato domanda per la concessione di un campo e in agosto l'avevo integrata con l'iscrizione al campionato Under 16 . E' Già in luglio prima della presentazione della domanda avevo parlato ,in presenza di un mio amico, personalmente con L'assessore Cozzetto che mi ha illustrato i problemi degli impianti sportivi di Acri. E alla fine Agosto , in una riunione congiunta con il Sindaco mi aveva espressamente rassicurato sulla concessione del campo sito in Montagnola, dandomi le chiavi degli spogliatoi . Queste rassicurazioni non sono state prese in considerazione da i miei "amici", e in maniera congiunta ,hanno espresso il loro disappunto attraverso una pubblica lettera, che a parere loro doveva servire da " scossa" all'amministrazione Comunale. Creare un associazione di qualsiasi forma , culturale religiosa sportiva non è facile l'associazione è una forma aggregativa di più persone tutti per perseguire uno scopo comune nel caso dell'ASD rugby Acri è giocare e soprattutto far giocare i ragazzi acresi a rugby, e dare un alternativa a chi non è predisposto per calcio pallavolo o pallacanestro. Aggregare tante menti non è facile e riuscire a metterle tutte d'accordo è un impresa ardua e non è detto che chi pensa in grande si sentire grande da poter giudicare e condannare chi e contro di lui o chi non si mette al suo servizio.
Io,e solo io, so quanto è stato difficile riuscire a creare una alternativa qui ad Acri che si chiama Rugby, da tre anni ci sto lavorando, ferendo allenamenti in una piccola palestra, coinvolgere gli alunni delle scuole medie , invogliarli e accompagnarli tra pioggia vento e neve in campi di provincia, prendendomi ferie dal lavoro per accompagnarli al torneo delle Scuole a Roma. Tutto questo Gratis, sono un pazzo perche credo in questo sport e negli ideali che diffonde come lealtà e rispetto per la propria squadra e per l'avversario. Cari "amici" anche se non siete d'accordo su questa mia pubblica lettera dato che, dopo il diverbio avuto in seguito alla pubblicazione della lettera siete scomparsi dagli allenamenti , e doveroso chiedere scusa a un istituzione e soprattutto a un mio caro amico dei tempi dell'università, assessore Cozzetto, che si è sempre prestato per il proseguo del progetto, per dei termini non veritieri.
Il rugby, cari "amici" insegna soprattutto il rispetto è noi , io in prima persona come presidente che ho visionato prima della pubblicazione la lettera e ho assecondato le vostre richieste, non ne abbiamo avuto .
Visto e considerato che questo articolo sarà pubblico ringrazio la redazione di acriinrete che mi ha dato il modo di chiarire. Ringrazio la Prof.ssa Alfano della I.C. "Padula" ,il Preside Straface e il prof .Montalto che in questi anni hanno fatto si che il rugby approdasse a scuola. i piccoli rugbisti che in questi anni mi hanno dato tante soddisfazioni personali, vincendo e perdendo con orgoglio sui campi della provincia.
Invito tutti chi fosse interessato come atleta, dirigente simpatizzante "amici" e non amici ad avvicinarsi a questo sport perche lo sport è vita.
Chiudo citando una simpatica canzone che si insegna ai piccoli….
"Noi siamo piccoli,ma cresceremo e allora, virgola! Ce la vedremo!Chiusa parentesi, riporto sei, noi siamo piccoli ma dateci del Rugby"

PUBBLICATO 25/09/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4631  
Incontro di fine anno con il sindaco Trematerra.
E' un Gino Trematerra, gasato, soddisfatto ed orgoglioso, quello che si presenta ad Acri Tv (l’intervista andrà in onda stasera alle 21,30 e domani in replica alle 14, ma sarà visibile anche sul sit ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3820  
Ospedale a rischio.
Le frasi pronunciate in conferenza stampa, sul futuro degli ospedali di montagna, dal presidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti due giorni fa rappresentano per la comunità acrese un'aute ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3386  
Tempo di bilanci per il PDL di Acri.
Siamo ormai giunti alla fine di quest'anno, il 2010, ed anche il PdL locale tira le somme di quanto realizzato. Soddisfatti i vertici del partito per quanto realizzato finora.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4070  
Comunita’ montana destra crati. Approvato il bilancio, salvi gli stipendi.
Finalmente, esclamo i dipendenti. Solo loro, però, perché la seduta di ieri, dopo vari rinvii, era stata convocata apposta per discutere dell'importante documento senza l'approvazione del quale eran ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 4391  
Il giorno del coraggio.
Attorno a noi tanta apparente dolcezza, tanto facile sentimento, emozioni anche belle ma tanto pervasive quanto superficiali: in realtà la festa del Natale è cristianamente "dura" perché tocca, per ...
Leggi tutto