POLITICA Letto 3245  |    Stampa articolo

Feraudo a Trematerra: “pronto ad un confronto pubblico.”

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
I rapporti tra Feraudo e Gino Trematerra, rispettivamente segretario regionale IdV e coordinatore regionale Udc, non sono mai stati idilliaci. Ora, però, rischiano di rompersi definitivamente. Il pretesto è la questione legata all'ospedale sulla quale i due la pensano molto diversamente. IdV è l'unica forza politica di opposizione a farsi sentire.
Dice Feraudo; stare realmente dalla parte dei cittadini significa abbracciare con convinzione le battaglie che riguardano la difesa del territorio e la difesa delle conquiste fatte negli anni passati. Scopelliti è stato chiaro e perentorio, il punto nascita è tra quelli che saranno soppressi. C'è veramente poco da stare tranquilli. Una forza politica responsabile non può assolutamente stare tranquilla di fronte a uno scippo cosi dannoso per il nostro comprensorio. Per questo ci siamo resi protagonisti di una battaglia giá avviata in consiglio regionale e che porteremo avanti con determinazione fin nelle sedi parlamentari. Sia al Senato che alla Camera IdV presenterà distinte interrogazioni parlamentari per chiedere che non si dia seguito alla scellerata decisione della chiusura dei punti nascita nei comuni di montagna. Solo chi vive in un territorio montano come il nostro, orograficamente difficile e collegato al capoluogo da una viabilità da terzo mondo, sa comprendere le preoccupazioni di cui ci stiamo facendo carico. Ecco perché non abbasseremo la guardia su una questione cosi vitale per la nostra città."
Quindi l'attacco al primo cittadino che nei giorni scorsi aveva risposto ad una sua interrogazione; "la sua reazione scomposita e nervosa comprova che la mia denuncia politica ha colto nel segno. Mi sarei aspettato una risposta che nel merito, pur se non in grado di smentire quanto da me sostenuto, mirasse quanto meno a dissolvere i dubbi dei tanti cittadini preoccupati delle sorti del nostro ospedale. Nulla di ciò, purtroppo, solo insulti e invettive, peraltro dagli accentuati toni arroganti e presuntuosi, che inevitabilmente hanno finito con lo (s)qualificare ulteriormente chi li ha fatti e non certamente chi ne è rimasto vittima. Siamo abbastanza adulti e maturi per capire, anche perché in un comune come il nostro ci conosciamo tutti e ciascuno non può che essere considerato anche per il suo passato e il proprio bagaglio etico-culturale, indipendentemente dai successi elettorali più o meno meritati. Per me parlano la mia storia e il mio passato, di cui ne vado orgoglioso e fiero e che oggi mi fanno camminare a testa alta. Agli insulti, forte degli elementi anche documentali in mio possesso, replico con la disponibilità ad un confronto pubblico, anche e soprattutto sui temi della legalità e sui valori della moralità e della onestà. Una sfida che sono certo verrà immediatamente raccolta."
Ed infine un giudizio sull'operato del governo comunale; un corretto giudizio, conclude Feraudo, non può prescindere dal distinguo tra interessi personali e interessi collettivi. La sensazione e' che fino ad oggi siano stati soddisfatti soprattutto i primi, purtroppo a discapito dei secondi. Tranne spot e annunci non si vede nulla di nuovo rispetto alla precedente gestione amministrativa. Sulle grandi questioni, come accaduto per le politiche sanitarie e ambientali, continueremo a stare dalla parte dei cittadini e ad incalzare l'amministrazione. E' grazie a IdV che è stato fugato ogni dubbio sulla volontà dell'amministrazione di realizzare nel nostro territorio un termovalorizzatore. Questo significa voler bene alla propria città."

PUBBLICATO 21/12/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4592  
Incontro di fine anno con il sindaco Trematerra.
E' un Gino Trematerra, gasato, soddisfatto ed orgoglioso, quello che si presenta ad Acri Tv (l’intervista andrà in onda stasera alle 21,30 e domani in replica alle 14, ma sarà visibile anche sul sit ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3786  
Ospedale a rischio.
Le frasi pronunciate in conferenza stampa, sul futuro degli ospedali di montagna, dal presidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti due giorni fa rappresentano per la comunità acrese un'aute ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3354  
Tempo di bilanci per il PDL di Acri.
Siamo ormai giunti alla fine di quest'anno, il 2010, ed anche il PdL locale tira le somme di quanto realizzato. Soddisfatti i vertici del partito per quanto realizzato finora.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4034  
Comunita’ montana destra crati. Approvato il bilancio, salvi gli stipendi.
Finalmente, esclamo i dipendenti. Solo loro, però, perché la seduta di ieri, dopo vari rinvii, era stata convocata apposta per discutere dell'importante documento senza l'approvazione del quale eran ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 4353  
Il giorno del coraggio.
Attorno a noi tanta apparente dolcezza, tanto facile sentimento, emozioni anche belle ma tanto pervasive quanto superficiali: in realtà la festa del Natale è cristianamente "dura" perché tocca, per ...
Leggi tutto