POLITICA Letto 3419  |    Stampa articolo

Trematerra a Feraudo: “sei privo di contenuti.”

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Sebbene i tanti impegni, il sindaco-senatore, Gino Trematerra (da ieri a Roma perché mercoledì in Senato verrà discusso l'atto che assegna il 73esimo seggio europeo all'Italia, ovvero all'Udc e cioè proprio al primo cittadino acrese), trova il tempo per rispondere al segretario regionale IdV, Maurizio Feraudo, sulla questione ospedale. Gli scambi di battute di queste ultime ore dimostrano che i rapporti personali non sono affatto buoni ed ora occorre vedere se ciò avrà o meno ripercussioni anche nei rapporti tra i due partiti.
Ribatte il sindaco Trematerra; "sul confronto che ha come oggetto i problemi dei cittadini, in vita mia non mi sono mai tirato indietro. Il confronto con Feraudo, però, è solo una perdita di tempo. Conosco il soggetto, la sua biografia e il mondo che gli ruota attorno e, francamente, devo dire che non c'è niente che mi piaccia. L'ex consigliere regionale Idv forse non lo sa, perchè in politica, lui come tanti altri, sono arrivati non dalla militanza o in virtù di una selezione rigorosa fatta sul territori, ma per grazia ricevuta e non trattasi, per capirci, di grazia divina. In politica c'è una regola non scritta che occorre rispettare", prosegue Trematerra: "se vuoi dialogare e sollevare polemiche, addirittura con chi in politica c'è da qualche tempo e grazie al suo impegno e al lavoro sodo di una vita, devi avere dei contenuti. Ora, pur essendomi sforzato le meningi per trovare un qualche barlume di idea nelle sue strampalate esternazioni, prendo atto del nullismo propositivo di Feraudo e del suo porsi nei confronti di chi fa il proprio dovere nei riguardi della collettività, in termini demagogici e generalisti. La mia opinione e quella dell'amministrazione che guido da un pò di tempo, sui temi utilizzati dall'esponente Idv per lanciare attacchi privi di fondamento, è nota anche alle pietre di Acri. Consiglierei, pertanto, a Feraudo, dice Trematerra, di non sparare nel mucchio, magari per ricordare a tutti noi, che l'avevamo scordato, che invece ancora esiste. Se intende essere credibile ed interloquire con la mia amministrazione inizi ad essere serio, concreto e propositivo, conclude Trematerra, e lasci perdere le interrogazioni, perchè rischierebbe di farle fare allo Scilipoti di turno."

PUBBLICATO 21/12/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4455  
Incontro di fine anno con il sindaco Trematerra.
E' un Gino Trematerra, gasato, soddisfatto ed orgoglioso, quello che si presenta ad Acri Tv (l’intervista andrà in onda stasera alle 21,30 e domani in replica alle 14, ma sarà visibile anche sul sit ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3657  
Ospedale a rischio.
Le frasi pronunciate in conferenza stampa, sul futuro degli ospedali di montagna, dal presidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti due giorni fa rappresentano per la comunità acrese un'aute ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3208  
Tempo di bilanci per il PDL di Acri.
Siamo ormai giunti alla fine di quest'anno, il 2010, ed anche il PdL locale tira le somme di quanto realizzato. Soddisfatti i vertici del partito per quanto realizzato finora.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3897  
Comunita’ montana destra crati. Approvato il bilancio, salvi gli stipendi.
Finalmente, esclamo i dipendenti. Solo loro, però, perché la seduta di ieri, dopo vari rinvii, era stata convocata apposta per discutere dell'importante documento senza l'approvazione del quale eran ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 4216  
Il giorno del coraggio.
Attorno a noi tanta apparente dolcezza, tanto facile sentimento, emozioni anche belle ma tanto pervasive quanto superficiali: in realtà la festa del Natale è cristianamente "dura" perché tocca, per ...
Leggi tutto