OPINIONE Letto 3638  |    Stampa articolo

Forza Ragazzi.

Franco Bifano
Foto © Acri In Rete
Se non fossimo nel periodo natalizio saremmo sicuramente più attenti alle notizie che ci arrivano e valutandole, forse, saremmo più reattivi e ci porremmo il problema di dove andremo a finire.
Sono ancora forti le polemiche sulla compra-vendida di Parlamentari (che squallore!) e sempre attuali perché questa sorta di transumanza pare non sia finita, anzi, dicono che sia ancora in corso senza che un minimo senso di vergogna attraversi i protagonisti.
E' questa un vicenda nella quale abbiamo fatto conoscenza, senza che ne avvertissimo la necessità, di "mitici" personaggi che sembrano creati dalla fantasia di Walt Disney. Il più singolare di tutti è certamente l'agopuntore siciliano tale Domenico Scilipoti da Barcellona Pozzo di Gotto. Non appena apre bocca ti chiedi come abbia fatto, un tipo cosi, ad arrivare in Parlamento. D'istinto lanci qualche maledizione a Di Pietro che candida questi personaggi da "raccolta differenziata". Solo a guardarli, anche attraverso il video, ti vengono i brividi tanto appaiono viscidi.
Poi però, inevitabilmente, ti vengono in mente anche gli altri: Gasparri, Cicchitto, D'Alema, Bossi…. allora percepisci la sensazione di non avere scampo e, preso dallo sconforto e dall'indignazione, ti ritrovi ad imprecare anche per strada, come un esaltato, contro i partiti, la politica, il Governo e tutto questo "cucuzzaro" ormai rancido.
Per fortuna, una ventata di aria fresca la stanno portando gli studenti, i ricercatori universitari che da settimane in fermento scendono in piazza per difendere le università pubbliche dal pericolo della privatizzazione, per parlare del diritto allo studio, del loro futuro, della loro preoccupazione di ritrovarsi senza prospettive e quindi precari a vita. Forza ragazzi! Pongono problemi seri sperando di trovare interlocutori seri, ma a parte il capo dello Stato, purtroppo, si trovano di fronte gente come la Gelmini (sic!) che rifiuta il confronto e li accusa di essere strumentalizzati, il nostro "giovane e virile" Presidente del Consiglio che invita la maggior parte di loro a restare a casa, escluse, naturalmente, le ragazze carine che possono invece superare la zona rossa ed entrare a palazzo Grazioli, e Gasparri, quello che sprizza "intelligenza" già dallo sguardo, che li vorrebbe arrestare preventivamente. Che bella compagnia!
Io credo che questi nostri politici siano la prova evidente della fuga dei cervelli all'estero, peccato però che abbiano dimenticato i loro corpi in Italia.

PUBBLICATO 27/12/2010

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 4711  
Incontro di fine anno con il sindaco Trematerra.
E' un Gino Trematerra, gasato, soddisfatto ed orgoglioso, quello che si presenta ad Acri Tv (l’intervista andrà in onda stasera alle 21,30 e domani in replica alle 14, ma sarà visibile anche sul sit ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3902  
Ospedale a rischio.
Le frasi pronunciate in conferenza stampa, sul futuro degli ospedali di montagna, dal presidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti due giorni fa rappresentano per la comunità acrese un'aute ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 3467  
Tempo di bilanci per il PDL di Acri.
Siamo ormai giunti alla fine di quest'anno, il 2010, ed anche il PdL locale tira le somme di quanto realizzato. Soddisfatti i vertici del partito per quanto realizzato finora.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 4153  
Comunita’ montana destra crati. Approvato il bilancio, salvi gli stipendi.
Finalmente, esclamo i dipendenti. Solo loro, però, perché la seduta di ieri, dopo vari rinvii, era stata convocata apposta per discutere dell'importante documento senza l'approvazione del quale eran ...
Leggi tutto

RELIGIONE  |  LETTO 4468  
Il giorno del coraggio.
Attorno a noi tanta apparente dolcezza, tanto facile sentimento, emozioni anche belle ma tanto pervasive quanto superficiali: in realtà la festa del Natale è cristianamente "dura" perché tocca, per ...
Leggi tutto