SPORT Letto 2349  |    Stampa articolo

Fc Calcio Acri domenica stata la classica giornata nera

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Si è trattata della classica giornata nera. Sia le cronache che chi ha seguito i rossoneri, ammette che Deffo e compagni hanno disputato una gara scialba, la seconda più brutta del campionato dopo quella di Licata. Dopo sei risultati utili consecutivi, dunque, la formazione di Ferraro subisce la terza sconfitta del torneo. A Nola, i rossoneri non sono mai stati in partita ed hanno lasciato il pallino del gioco ai locali. Solo nel secondo tempo Perrelli e compagni hanno cercato di reagire ma il portiere ospite ha fatto da spettatore. Insomma una sconfitta, o meglio una prestazione, da dimenticare al più presto. Contro una squadra non certo trascendentale come il Nuvla San Felice, i silani hanno fatto ben poco colpa anche di alcuni giocatori apparsi fuori forma. Male in difesa, poco lucidi a centrocampo, evanescenti in avanti anche quando in campo vi erano tra attaccanti. Dopo il gol dei campani, l'Acri non ha saputo reagire ed alla fine la sconfitta è stata inevitabile. Ferraro ha mandato in campo una formazione di qualità e quantità che, però, non ha saputo mettere in difficoltà la penultima formazione del girone. In difesa, il tecnico acrese ha inserito Filidoro lasciando in panchina Martucci ed a centrocampo Cavatorti, Berlingeri e Foderaro con Perrelli a ridosso della difesa. In avanti la coppia Galantucci, apparso in ombra, e Sergi con Visciglia entrato nella ripresa. Un undici, quindi, ben amalgamato ma sorpreso da una formazione campana che dopo la rete si è chiusa in difesa lasciando pochi spazi.
L'Acri è caduto nella ragnatela dei campani senza poterli mettere in difficoltà né con palle alte né con fraseggi. Degli aspetti della gara, oggi Ferraro ne parlerà, come ogni martedì, prima della seduta di allenamento. Il solito faccia a faccia che durerà una mezzoretta. Dopo due trasferte consecutive, i rossoneri sono ora attesi da due gare casalinghe. Il calendario, dopo un avvio in salita ma che alla fine ha favorito i silani, regala Nissa e Noto al comunale, Valle Grecanica fuori e Sambiase in casa. Insomma quattro gare non certo difficili ma sicuramente alla portata dei rossoneri che, sebbene la sconfitta, restano nei piani alti della classifica a due punti dal primo posto. Oggi, si dovranno verificare le condizioni di Domanico che è rimasto a casa per uno stiramento mentre domenica prossima torna disponibile il portiere Mauro che ha scontato la giornata di squalifica. Giornata nera anche per la tifoseria che a Nola era in numero corposo. Due i bus partiti da Acri mentre sugli spalti erano presenti anche supporter provenienti da Napoli e Roma, ovvero studenti universitari e lavoratori. Alla fine amarezza per la sconfitta ma anche applausi ricambiati dal saluto dei rossoneri sotto la curva.

PUBBLICATO 09/11/2011

Riproduzione Riservata E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto ( Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 2777  
PIP Gastia saranno assegnate le aree ancora libere
Le aree ancora libere del Pip (Piano Insediamento Produttivo) Gastia saranno assegnate in diritto di superficie per la durata di 99 anni alle imprese artigianali, industriali e commerciali, di trasf ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 6278  
Due noti avvocati acresi alla ribalta nazionale per il caso Finmeccanica-Enav
Due noti avvocati di origine acrese, sono in questi giorni alla ribalta del panorama nazionale, si tratta degli avvocati Mario Murano e Natale Perri che difendendo l'imprenditore Tommaso di Lernia n ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3240  
Intitolazione Aula Giudice di Pace di Acri a Santo Cosentino
Il girono 26.11.2011 in Acri presso il Palazzo Falcone Sanseverino si terr il convegno organizzato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Cosenza dal titolo "L'Assicurazione della Responsabili ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3101  
Rito della promessa di vita evangelica
In un luminoso pomeriggio autunnale, nella piccola chiesa della SS. Addolorata adiacente alla Basilica del Beato Angelo, durante il triduo in Onore di Santa Elisabetta d'Ungheria, patrona del Terz ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3253  
Morta la donna rapinata
Non ce lha fatta Maria Cofone, la donna di 83 anni che aveva subito lo scorso 12 novembre un tentativo di rapina nella propria abitazione. Viveva da sola, essendo rimasta vedova da qualche ...
Leggi tutto